Home Rubriche City Tips

Area Verde Quattro Venti: i fondi ci sono il bando ancora no

Il restyling di tutta l’area verde della Stazione dei Quattro Venti dopo anni è ancora al palo. I nuovi fondi verranno elargiti dal Dipartimento Tutela Ambientale, in attesa dell’assegnazione del bando

SHARE

QUATTRO VENTI – Il progetto di riqualifica dell’area alle spalle della Stazione dei Quattro Venti è stato ben spiegato in un comunicato stampa del 17 ottobre scorso da Laura Fiorini Assessora alle Politiche del Verde di Roma Capitale. Come nelle migliori capitali europee, prevede un’area cani recintata ed attrezzata, un’area ludica per lo svago dei bambini, una zona dove praticare sport e dulcis in fundo un piccolo appezzamento di terra al suo interno dove far crescere un orto per diffondere nella cittadinanza un maggior spirito ambientale. Ma le lunghe attese scoraggiano le aspettative sulla tempestività realizzativa dell’opera. Nonostante il progetto sia molto affascinante infatti, anche le opposizioni non credono che il restyling possa avvenire prima di Marzo 2021, data fatidica per le elezioni amministrative a Roma.

LE POLEMICHE SUL BANDO

Entro la fine  dell’anno verrà attivato, così nel 2021 ci sarà la partenza effettiva dei lavori. Siamo in attesa del bando di assegnazione per la riqualificazione dell’area verde dei Quattroventi”, conferma al nostro giornale Alessandro Galletti Assessore alla Mobilità e al Verde del Municipio XII. Ma per le opposizioni tutta questa manovra è solo fumo negli occhi. “A sei mesi prima della fine della Legislatura – sottolinea Lorenzo Marinone consigliere del PD al dodicesimo Municipio – attivare una cosa del genere è semplice propaganda politica. Non ci sarà mai il tempo materiale per indire il bando, svolgerlo, ed iniziare i lavori prima della fine di questa Amministrazione”.  Anche per il Capogruppo Leghista al Municipio XII, Giovanni Picone, non crede che questa storia sia finita. “Ci auguriamo che tutto possa procedere spedito per ridare finalmente condizioni di decoro al quartiere. Con il M5S nulla è da dare per scontato”.

Giancarlo Pini