Home Municipi Municipio XII

Bravetta: ex Residence e Forte Bravetta, approvate oggi in Giunta Capitolina due importanti delibere

Al via il recupero di due luoghi importanti per il territorio. Veloccia: “Cambiamo il volto di questo territorio”

BRAVETTA – Oggi, 27 maggio, in Giunta Capitolina sono state approvate due importanti delibere che riguardano il quadrante Bravetta, nel Municipio XII: la prima riguarda la riqualificazione dell’ex Residence Roma e la seconda invece il recupero del Forte Bravetta, due luoghi, seppur per motivi molto diversi tra di loro, estremamente rilevanti per il quadrante e per l’intera città.

EX RESIDENCE BRAVETTA

Ads

Con la prima delibera, finalmente, si dà il via alla riqualificazione dell’ex residence Roma, che da oltre 10 anni appare come uno scheletro in mezzo a via di Bravetta proprio all’ingresso della Valle dei Casali, fa sapere in un Comunicato Stampa l’Assessorato all’Urbanistica di Roma Capitale: “La delibera – si legge – approva il nuovo progetto delle opere pubbliche: in particolare è prevista la realizzazione di un Polo scolastico per l’infanzia immerso nella natura che costituirà, insieme a una nuova grande piazza nell’area retrostante dell’ex Residence, l’ingresso al parco della Valle dei Casali”.
La convenzione originaria infatti, come avevamo spiegato già nel nostro ultimo articolo, prevedeva la localizzazione dei servizi pubblici all’interno di uno degli edifici, una volta che fosse stato ricostruito, nello specifico nei piani interrati, terra e primo. Nel 2017, a seguito dell’approvazione del Piano di Assetto del Parco Riserva Naturale Valle dei Casali, la Regione Lazio ha consentito di prevedere la realizzazione di queste opere in altre aree, anche ubicate all’interno del Parco. Il Polo scolastico, prosegue a spiegare la nota, “sarà un edificio con caratteristiche di altissima qualità soprattutto in termini di prestazioni energetiche e potrà ospitare circa 150 bambini. L’approvazione delle opere pubbliche e la successiva convenzione integrativa faranno ripartire anche la riqualificazione del Residence e la sua conversione in strutture abitative”.

FORTE BRAVETTA

La seconda delibera approvata invece avvia il percorso di recupero del Forte Bravetta, situato a poche centinaia di metri dall’ex Residence. Il Forte, oltre a essere un manufatto di pregio perfettamente conservato, rappresenta uno dei luoghi più importanti della Resistenza romana: al suo interno, infatti, furono trucidati 77 partigiani, uccisi dai nazifascisti. “Con questo secondo provvedimento, grazie a un protocollo d’intesa tra Roma Capitale e Agenzia del Demanio – è spiegato nella nota – si avvia l’iter per il processo di federalismo culturale che si concluderà con il passaggio del Forte a patrimonio di Roma Capitale. Il protocollo, inoltre, affida alla Struttura per la Progettazione dell’Agenzia del Demanio l’elaborazione di uno studio tecnico-urbanistico finalizzato alla predisposizione di un programma culturale di valorizzazione e la realizzazione di indagini tecniche preliminari sul forte Ipogeo, che potrà essere destinato alla produzione culturale con laboratori di arte, musica e cinema”.

I COMMENTI

Con queste due delibere mettiamo a sistema una serie di interventi per il recupero e la valorizzazione del quadrante Bravetta. Una parte delle risorse che saranno destinate a recupero del Forte, infatti, potranno essere prese proprio dagli oneri concessori non utilizzati all’interno del percorso di recupero del Residence Roma mentre il resto verrà sarà finanziato da Roma Capitale nell’ambito di del Piano investimenti futuro della città”, ha dichiarato l’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Maurizio Veloccia, che ha proseguito spiegando: “La nostra idea è quella di cambiare il volto di questo territorio, recuperando il Forte e le strutture circostanti che oggi, purtroppo, versano in uno stato di profondo degrado e abbandono. Vogliamo che questi spazi diventino il centro di Bravetta: un luogo sicuramente della memoria in ricordo dell’eccidio di partigiani e della storia della Resistenza romana ma, soprattutto, uno spazio di aggregazione immerso nella Valle dei Casali e un hub dedicato alla produzione culturale e i giovani artisti”. Ha espresso soddisfazione per il risultato anche Elio Tomassetti, presidente del Municipio XII: “Finalmente, dopo anni di battaglie da parte dei cittadini del territorio e del Municipio Roma XII sul Forte Bravetta, a seguito della convenzione che si sta chiudendo tra Roma Capitale e Agenzia del Demanio, si potrà avviare una seria progettualità per destinare il Forte a progetti culturali e di livello che rendano onore alla sua storia. Il Municipio continuerà a supportare questa azione per creare un polo culturale immerso nel verde dalla Valle dei Casali che sia attrattivo per tutta la città”.

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 2.441 i nuovi positivi
Next articleTeatro, Piante e creatività: riqualifichiamo il parco insieme!