Home Notizie Cronaca Roma

Canile Muratella: verso la realizzazione del primo ospedale veterinario pubblico

Arriva l’ok della Giunta capitolina alla riqualificazione del canile e alla realizzazione del nuovo ospedale

MURATELLA – Nella riunione di ieri della Giunta Capitolina è stata approvata la delibera presentata dall’Assessora all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei rifiuti Sabrina Alfonsi relativa alla riqualificazione e l’ampliamento del Canile Comunale della Muratella e la realizzazione dell’ospedale veterinario di Roma Capitale. “Con l’approvazione del progetto di fattibilità, si avvia il percorso che porterà alla completa riqualificazione e all’ampliamento delle strutture improntata a criteri di ecosostenibilità del Canile di Muratella a cui si aggiunge la realizzazione del primo ospedale veterinario pubblico di Roma, una struttura unica in Italia che sarà dotata di strumentazioni di ultima generazione e che offrirà servizi di cura anche a un’utenza a basso reddito che non può accedere all’assistenza privata”, ha dichiarato l’assessora all’Ambiente Sabrina Alfonsi.

I COSTI DELL’INTERVENTO

La Delibera riguarda il progetto di fattibilità tecnica ed economica che ha l’obiettivo di individuare gli interventi da realizzare e il relativo investimento complessivo quantificato in 6.155.212 euro. Dal Comune fanno sapere che ora si procederà all’affidamento della progettazione esecutiva e la successiva pubblicazione del bando di gara per l’esecuzione dei lavori.

Ads

I LAVORI IN PROGRAMMA SU MURATELLA

Per il canile della Muratella sono in programma opere di manutenzione straordinaria, oltre alla realizzazione di un’area di sgambamento al coperto di 120 mq. Verranno anche piantumati nuovi alberi e ampliate le strutture delle cucce. A tutto questo si aggiunge la realizzazione di un nuovo parcheggio e sistemazione di quello esistente con un ampliamento complessivo dell’area di 1.000 mq e il rifacimento dell’impianto di illuminazione esterna.

L’OSPEDALE VETERINARIO

Dal Comune fanno sapere che l’ospedale veterinario di Roma Capitale sarà realizzato all’interno delle strutture esistenti anche recuperando spazi non utilizzati e occuperà una superficie di circa 670 mq. Oltre ad un’area per il servizio di pronto soccorso attivo H24 con un’infermeria e sala lavaggio, l’ospedale sarà dotato di laboratori di diagnostica e analisi, una sala gessi, due sale operatorie con locali annessi per la preparazione del chirurgo e sala ferri sterilizzata, un locale per la degenza post-chirurgica e per la terapia intensiva. È prevista, inoltre, un’area da utilizzare in caso di necessario isolamento di cani con malattie trasmissibili.

Redazione

Previous articleCovid-19: nelle ultime 24 ore nel Lazio sono 2.716 i nuovi casi
Next articlePonte di Ferro: con i lavori potrebbero arrivare nuove chiusure