Home Municipi Municipio XII

“C’era un grande prato rock”: ricordi e testimonianze dal 25 maggio in scena a Villa Pamphilj

È partita la campagna per fare tornare a vivere il Festival di Villa Doria Pamphilj

MUNICIPIO XII – Era il 1972, c’era un festival pop-rock che attirava migliaia di persone, un appuntamento molto importante nella storia della musica italiana, “C’era un grande prato rock” e Villa Pamphilj si vestiva a festa.

OPERAZIONE MEMORIA COLLETTIVA

È partita ieri 13 aprile la campagna per raccogliere, racconti, aneddoti, foto e video, sia dei musicisti che degli spettatori, legati al ‘Festival Pop Rock a Villa Doria Pamphilj’. “Una grande operazione di memoria collettiva non solo di Roma ma dell’Italia intera”, ha dichiarato Paolo Masini, promotore dell’evento e Presidente di Roma Best Practices Awards – Mamma Roma e i suoi figli migliori. Lo scopo della mostra è infatti anche quello di mostrare uno spaccato sociale e culturale della società italiana degli anni ‘70, tentare cioè di restituire alla cittadinanza un piccolo spaccato del nostro passato. L’Associazione organizzatrice, ‘Roma BPA – Mamma Roma e i suoi migliori figli, tra le altre cose, tutti gli anni organizza decine di grandi eventi riguardanti la storia della nostra città, sviluppando iniziative culturali attraverso il linguaggio della creatività, dell’arte della cultura e della fotografia.

Ads

LA MOSTRA

Il materiale raccolto, grazie alla sinergia con molte altre realtà istituzionali e culturali, come per esempio l’istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale, sarà esposto all’interno di Villa Pamphilj dal 25 maggio 2022, esattamente 50 anni dopo. La mostra, grazie a Telesia, sarà sponsorizzata anche all’interno degli schermi della metropolitana e sui social e avrà come Media Partner la Rai.

Giancarlo Pini

Previous articleGarbatella: via Giovannipoli torna chiusa per lavori
Next articleProsegue lo scontro, ma il Parco di Tor Marancia resta chiuso