Home Municipi Municipio XII

Istituto Bixio – Crispi’: il Municipio XII annuncia la parziale chiusura

L’intervento annunciato dalla Presidente Crescimanno si è reso necessario per ragioni di sicurezza. opposizione e cittadini insorgono

SHARE

MUNICIPIO XII – Risalgono alle ultime ore due post Facebook della Presidente del Municipio XII Silvia Crescimanno nei quali comunica l’esito di un sopralluogo svolto nell’Istituto Bixio – Crispi e la successiva decisione di chiuderlo parzialmente per criticità emerse sulla sicurezza. “A seguito della campagna d’indagine avviata dal #MunicipioXII sono emerse criticità per la sicurezza di alcuni intradossi di una parte dell’istituto Bixio-Crispi. Le verifiche condotte ci dicono purtroppo che decenni di incuria e mancanza di manutenzione li hanno gravemente ammalorati fino al punto di renderli pericolosi – e ancora – Abbiamo già incontrato il Dirigente scolastico, la Poses e i rappresentanti dei Genitori condividendo con loro una soluzione temporanea che ricollocherà i bambini nella stessa scuola e presso un altro istituto. Non essendo possibile farlo prima, chiederemo a bilancio previsionale le somme necessarie per la messa in sicurezza dei piccoli alunni, e a gennaio partiremo subito con tutti i passaggi necessari per restringere al minimo il disagio dei ragazzi e delle famiglie e del personale. Sarebbe stato forse più comodo politicamente continuare a far finta di nulla come sempre è stato fatto, ma noi preferiamo andare avanti per la sicurezza dei nostri bambini e del personale tutto che ogni giorno si impegna per loro”.

LE REAZIONI

La volontà della Presidente Crescimmano è quella di scaricare sulle amministrazioni precedenti gran parte della responsabilità per la situazione attuale dell’Istituto ma ai quali non tarda ad arrivare la risposta dei cittadini e delle opposizioni consiliari. Basta scorrere i commenti ai citati post per comprendere il malumore dei cittadini dinanzi alla notizia della chiusura parziale della ‘Bixio – Crispi’, i quali precisano che in quattro anni e mezzo e soprattutto, da marzo a settembre di quest’anno (periodo di chiusura per Covid) di tempo per fare controlli e mettere in sicurezza gli Istituti ce ne sarebbe stato, e molto. Perciò niente giustificazioni. Posizioni condivise anche dai consiglieri di opposizione in Municipio: “Sono appena uscito dagli uffici municipali per raccogliere tutte le informazioni necessarie relative alla chiusura parziale della scuola Crispi – spiega Lorenzo Marinone, consigliere Pd XII Municipio – Risultano esserci i controsoffitti lesionati, ma fortunatamente non sono state rilevate problematiche in merito ai solai e le prove di carico sono andate bene. Ritengo inqualificabile e ingiustificabile il lavoro svolto dalla Presidente Crescimanno e dal suo Assessore all’edilizia scolastica che hanno deciso di far partire le indagini strutturali per la sicurezza del plesso, il 2 settembre, a pochi giorni dalla riapertura scolastica, quando era opportuno, come da noi richiesto in diverse sedute di commissione (con tanto di verbali ufficiali e tramite mezzo stampa), cominciare le verifiche nel mese di maggio, quando le scuole erano chiuse, per programmare al meglio la riapertura dell’anno scolastico. Mi occuperò in prima persona di collaborare con l’ufficio tecnico per identificare la soluzione migliore volta a tutelare i bambini, le famiglie e il personale scolastico, ma politicamente parlando la Presidente Crescimanno e il suo Assessore devono pagare per questa grave mancanza”.

“Si tratta del terzo plesso scolastico dichiarato parzialmente o totalmente inagibile dopo la ‘Girolami’ e la ‘De Andrè’ – riferisce Giovanni Picone, consigliere Lega XII Municipio – Quello che appare evidente è che se in passato non c’è stata una programmazione puntuale che l’edilizia scolastica avrebbe meritato, negli ultimi quattro anni e mezzo di amministrazione grillina nulla sembra migliorato. Nessuna delle emergenze che si sono verificate sul territorio infatti, sono state affrontate o risolte. Siamo vicini in queste ore alle decine di famiglie che stanno patendo forti disagi e ci adopereremo in tutte le sedi Istituzionali affinché siano trovate alternative celeri a questo ennesimo fallimento dell’amministrazione Cinquestelle”.

Marta Dolfi