Home Municipi Municipio XII

Mercati Municipio XII: aperto solo quello di Largo Pelletier

Presentato un progetto per la ripresa delle attività dei mercati di San Giovanni di Dio e Niccolini

SHARE

MUNICIPIO XII – In attinenza alle disposizioni emanate per il contenimento dell’emergenza e della diffusione del contagio da Coronavirus, i mercati rionali operanti su sede impropria dovranno rimanere chiusi. Sono queste le disposizioni vigenti al momento, misure più stringenti e severe seguite al DPCM dell’11 marzo. Nello specifico, una nota di Roma capitale vieta l’apertura di tutti i mercati siti su sede impropria, ovvero su strada, senza alcuna forma di recinzione o altro. Gli unici mercati che hanno l’autorizzazione ad aprire, ha precisato Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo Economico capitolino “sono esclusivamente quelli strutturalmente idonei, perché dotati di un perimetro individuabile in cui sia garantito”. Nel Munucipio XII al momento solo un mercato è operativo e aperto, quello di Largo Pelletier.

MERCATI: TUTTI CHIUSI TRANNE UNO

“Le norme attuali, in questa situazione di emergenza, permettono a chi vende generi alimentari di continuare la propria attività, imponendo giustamente il rispetto di severe restrizioni per la tutela della salute pubblica. In questi giorni, purtroppo però i mercati rionali sono perlopiù chiusi: gli operatori si stanno attrezzando in tutti i modi per far sì che il servizio possa riprendere in sicurezza”, hanno comunicato in una nota Elio Tomassetti e Alessia Salmoni, entrambi consiglieri del Municipio XII (Pd). Nel nostro Municipio, l’unico mercato aperto oggi è quello di Largo Pelletier: “Tutti i mercati su sede impropria devono rimanere chiusi, lo dice la delibera Raggi del 12 marzo. Quelli su sede propria (ovvero appunto quelli dislocati in siti strutturalmente idonei, ndr) possono aprire. Nel nostro Municipio l’unico rispetta questa caratteristica è quello che si trova a via de Calvi”.

RIAPRIRE IN SICUREZZA

La norma però, aggiungono, “dice anche che se il mercato su sede impropria presenta un progetto certificato in grado di garantire la turnazione (quindi un ingresso contingentato ndr) e le distanze di sicurezza, questo può riaprire, chiaramente solo previa autorizzazione da parte dei Vigili”. Questo sta già succedendo in altri Municipi dove “sono stati aperti vari mercati: quello del Pigneto ad esempio e tutti quelli del Municipio II”. Nel nostro territorio “i mercati che hanno presentato un progetto per poter riprendere le attività al momento sono quello di Piazza San Giovanni di Dio e quello di via Niccolini. Speriamo in una pronta risposta dell’amministrazione per far sì che il settore non venga abbandonato. Come si può immaginare, molti cittadini hanno difficoltà nel recarsi presso i supermercati o i centri di grande distribuzione: avere i banchi di prossimità aperti rappresenterebbe un servizio fondamentale in questo momento”, hanno concluso i due politici.

Anna Paola Tortora