Home Municipi Municipio XII

Nuovo cambio di viabilità per il quadrante Piazza Scotti

Su via de Calvi torna tutto come prima e il Municipio informa: al vaglio nuove modifiche

Tratto da Urlo n.201 maggio 2022

MONTEVERDE – Dopo varie modifiche alla viabilità, la circolazione del traffico su via Giovanni de Calvi e Piazza Scotti torna ad essere (parzialmente) come in origine. Ad annunciarlo è stato il nuovo presidente del Municipio XII, Elio Tomassetti, che a metà aprile, attraverso un post sulla propria pagina Facebook, ha informato tutti i cittadini che la nuova viabilità sarebbe entrata in vigore il 19 aprile. Le regole del traffico nell’area sono cambiate più volte – non senza polemiche – da quando è stato realizzato il progetto di restyling di Piazza Scotti da parte della precedente amministrazione. Intanto via di Monteverde, che a inizio aprile era stata chiusa, è stata riaperta alla fine dello scorso mese dopo alcuni interventi sulla fogna.

Ads

LA NUOVA VIABILITÁ

“Come promesso, iniziano le modifiche alla viabilità nella zona di Piazza Scotti”, scriveva il minisindaco annunciando il ritorno del doppio senso su via De Calvi. Sul tratto centrale della strada, che costeggia il mercato, è rimasto invece come sempre il senso unico ma è stato invertito il senso di marcia (i veicoli ora quindi potranno andare da via Ronzoni a Piazza Scotti), riportando la situazione a come era prima del restyling. Via Maddalena di Canossa è invece tornata ad essere un senso unico a scendere: anche qui è stato invertito il senso di marcia, la strada quindi si percorre ora da via de Calvi verso Largo S. Eufrasia Pellettier. In questo modo le vetture in arrivo da Piazza Scotti potranno percorrere il perimetro del mercato e riprendere via de Calvi verso via Ronzoni. Le modifiche apportate, ha detto Tomassetti interpellato da Urlo, “rendono la circolazione più fluida e facilitano l’accesso alla scuola e al mercato”.

I COMMENTI

“Continuano le falsità su Piazza Scotti”, ha commentato Alessandro Galletti, capogruppo per il M5S e nella passata consiliatura Assessore alla Mobilità nel Municipio XII: “Quella che è stata attuata altro non è che la viabilità stabilita da progetto dalla precedente amministrazione, che sarebbe dovuta entrare in vigore una volta terminati i lavori di Acea su via Crivelli. Non si capisce come mai da quando sono finite le opere a novembre si è aspettato fino ad aprile per attuare le modifiche”. Rispetto alla viabilità di via di Monteverde (il cui tratto iniziale, su entrambi i lati della piazza, continua ad essere un senso unico) Galletti ha aggiunto: “L’obiettivo era quello di diminuire i flussi di traffico spostandoli sulle arterie principali e di consentire alla linea 44 corse più veloci. Ci siamo riusciti nonostante la forte opposizioni di alcuni facinorosi”. Per Giovanni Picone, capogruppo Lega in Municipio XII, “il ripristino interno della viabilità intorno al mercato era doveroso, perché la modifica era dovuta al lungo intervento realizzato da Acea, per altro terminato più di sei mesi fa. Oltre a spiegare questi gravi ritardi, il centrosinistra alla guida del Municipio dica ora cosa vuole fare dell’intera viabilità di Piazza Scotti. Noi non abbiamo mai cambiato pensiero: per noi le congestioni sulle vie interne sono inaccettabili. Continueremo a lavorare in questa direzione a tutela dei residenti”.

LE NOVITÁ PER L’AREA

In merito al futuro del quadrante dal Municipio hanno fatto sapere che la circolazione delle vie adiacenti per il momento è stata lasciata invariata, ma, ha detto il Presidente, “non finirà qui: ho chiesto a Roma Servizi per la Mobilità uno studio dedicato al quadrante per risolvere il problema serio di viabilità che persiste da ormai troppo tempo”. Rispetto a questo punto il minisindaco ha poi concluso: “Abbiamo chiesto di riunire la Conferenza di Servizi per risolvere il problema di sicurezza e di carico eccessivo di traffico su via della Trasfigurazione, al momento dell’incrocio con via Jenner, e ristudiare la viabilità del tratto di via di Monteverde da Piazza Scotti verso viale dei Colli Portuensi”.

Anna Paola Tortora

Previous articleMagliana: lo skatepark di largo Collodi non trova pace
Next articleMunicipio IX, RADAR: un progetto per assistere gli anziani