Home Municipi Municipio XII

Pisana: la rotatoria disegnata a terra dura soltanto un mese

In attesa del completamento dell’intervento, a causa di alcuni lavori di Acea, sparisce la rotatoria tra via della Vignaccia, via Eudes, via Villa Troili e via Balzaretto

SHARE

PISANA – I lavori per la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra via della Vignaccia, via Eudes, via Villa Troili e via Balzaretto, purtroppo hanno subito i rallentamenti dovuti al lockdown di marzo. Infatti dalla presidenza del Municipio XII gli interventi erano già stati annunciati in partenza il 9 marzo (conclusione 10 aprile), per poi essere rinviati al 21 settembre (conclusione 5 ottobre). Gli interventi alla fine sono iniziati l’8 ottobre, così come dichiarato su Facebook dalla minisindaca Silvia Crescimanno: “Questa mattina sono iniziati i lavori per realizzare la rotatoria attesa da tempo dai cittadini. Stasera i lavori sono terminati ed il quadrante della Pisana ha una viabilità un po’ più sicura”.

I LAVORI IN DUE FASI

Lavori spostati ma portati a termine a tempo record? Non proprio, infatti il completamento degli interventi riguarda solo la prima fase, cioè la realizzazione della segnaletica orizzontale (strisce a terra e un grosso cerchio che indica il centro della rotatoria), così come spiegato dall’assessore alla Mobilità e al Verde Alessandro Galletti, in un suo post su Facebook datato 14 ottobre: “Conclusasi la prima fase dei lavori per il riassetto dell’incrocio, che ha previsto il rifacimento di 1500 mq di manto stradale e la realizzazione della nuova segnaletica orizzontale e verticale, si passerà nei prossimi giorni alla seconda fase. Verrà collocata, al centro dell’isola di traffico, una rotatoria sormontabile ad anello di diametro pari a 3 metri. Inoltre, verranno collocati lungo il perimetro dell’isola di traffico degli “occhi di gatto stradali” per aumentarne la visibilità notturna”.

LA ROTATORIA SPARISCE

Purtroppo questa seconda fase di interventi tarda ad arrivare e ad oggi, dopo un necessario intervento di Acea sull’area, anche la segnaletica orizzontale è stata di fatto cancellata. La denuncia arriva dal consigliere leghista in Municipio XII Giovanni Picone: “Una rotatoria chiesta dai cittadini a gran voce per garantire una maggiore sicurezza stradale che il Municipio ha pensato bene con stupore di tutti di disegnare letteralmente con un po’ di vernice a terra e con due pali per la segnaletica, è durata giusto un mese – commenta il consigliere del carroccio – Mentre la Giunta grillina annuncia accordi con le aziende di sottoservizi per una migliore gestione degli interventi, il paradosso è che proprio Acea per lavori nel sottosuolo ha cancellato questo intervento. La cosa assurda è che proprio per lo stesso motivo, ovvero imminenti interventi sulle sedi stradali, tanti altri progetti di manutenzione straordinaria delle strade in questi due anni sono stati definanziati per evitare spreco di risorse economiche pubbliche importanti. E invece quella che è stata celebrata come una grande opera, con tanto di post trionfante sui social da parte dell’amministrazione Crescimanno, è stata cancellata in un attimo”.

LA RISPOSTA DEL MUNICIPIO XII

Dalla Lega è stata anche presentata una interrogazione alla Presidente Crescimanno per chiedere conto di questa vicenda. La risposta della presidenza è arrivata nella giornata di ieri: “Il progetto prevedeva, come da indicazioni del Dipartimento Mobilità e Trasporti, in una prima fase solo in disegno della rotatoria ed in una seconda fase l’installazione di un’isola completamente sormontabile”. L’attesa quindi è tutta per la seconda fase di questo intervento (o perlomeno per un ripristino della segnaletica orizzontale), anche perché orami, dopo il passaggio di Acea, della prima fase sembra essere rimasto ben poco.

Red