Home Municipi Municipio XII

Pup Ettore Rolli: rimandata a settembre l’udienza presso il Tar

Il Tribunale ha concesso una proroga per la consegna della relazione sulla verificazione disposta alla fine dello scorso anno

PORTUENSESlitta a settembre la nuova udienza presso il Tar in merito all’intricata questione che interessa il Pup di via Ettore Rolli. Il Tribunale Amministrativo del Lazio infatti alla fine dello scorso anno ha disposto una verifica dei complessi fatti sottoposti alla sua attenzione, affidando il compito al Provveditore per le opere pubbliche del Provveditorato interregionale per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna la cui relazione era attesa per il 31 marzo 2021. La nuova udienza era stata fissata il 9 giugno successivo. A febbraio scorso però il verificatore incaricato ha chiesto una proroga per la consegna della relazione fino al 30 giugno 2021, richiesta che è stata accolta dal Tribunale che ha ritenuto, si legge nell’ordinanza di metà aprile, che sussistessero i presupposti per “concedere la proroga richiesta, attesa la complessità della verificazione disposta”. Per questa ragione, si legge sempre nel documento del Tar, è stato necessario spostare l’udienza che è stata rinviata al 22 settembre 2021.

I RICORSI

In particolare le questioni su cui il Tar ha disposto le verifiche sono quelle collegate ai due ricorsi presentati dalla ditta costruttrice del parcheggio contro il Comune: uno relativo alla revoca della concessione notificata alla Parkroi nel 2019 e l’altro presentato in risposta all’atto in cui l’Amministrazione capitolina a novembre dello stesso anno diffidava la Parkroi a ripristinare l’agibilità e il pubblico transito della sede stradale nel tratto di via Portuense (dall’incrocio con via P. Castaldi a via E. Rolli) per questioni collegate all’accesso e alla sicurezza della strada.

Ads

IL PREGRESSO

Ma andiamo con ordine: la convenzione tra ditta costruttrice (Parkroi) e Comune venne firmata nel 2007 e modificata nel 2010. Il permesso a costruire arrivò nel 2011 e venne rinnovato nel 2014. Questo scadde nuovamente 2016 e non fu mai rinnovato. Dove ora sorge il cantiere del parcheggio un tempo c’erano un mercato e un parco. La conclusione dell’opera è collegata alla realizzazione di una struttura integrata che ospiti al suo interno il vecchio mercato, dislocato nel frattempo presso Lungotevere degli Artigiani per consentire i lavori per il parcheggio. Amministrazione e Parkroi in questi anni sono stati coinvolti in varie controversie come divergenze circa gli oneri concessori, il progetto per il nuovo mercato e la fidejussione richiesta alla ditta per il rinnovo del permesso a costruire. Il cantiere è fermo ormai da quando quest’ultimo non è stato rinnovato e ciò ha portato nel 2019 il Comune a revocare la concessione alla Parkroi. Su questo punto la ditta ha quindi presentato ricorso, avanzando una richiesta danni di 24 milioni di euro. Parkroi è ricorsa al Tar anche in merito alla diffida di novembre 2019. Nello specifico rispetto a questo punto, per il Comune la recinzione del cantiere impedirebbe il passaggio dei mezzi di soccorso mentre per il tecnico designato da Parkroi per effettuare i rilievi, non sussisterebbero circostanze tali da non garantire la sicurezza. Le verifiche disposte dal Tar quindi dovranno chiarire tutte le questioni aperte, quindi quelle connesse con la revoca della concessione (lo stato di avanzamento delle opere per parcheggio e mercato, oneri e costi sostenuti) ma anche la controversia circa la sicurezza sulla quale lo stesso Tar ha evidenziato contrasti tra i rilievi effettuati dall’amministrazione e quelli del perito di parte.

Apt

Previous articleMarconi: procedono i lavori del mercato Macaluso
Next articleRoma Culture, una nuova settimana di appuntamenti