Home Municipi Municipio XII

Residence Bravetta: si torna a parlare delle opere pubbliche

L'impegno e l'obiettivo dell'Amministrazione sono che il "Polo per l’Infanzia" e la Piazza Belvedere siano realizzate entro il 2024

BRAVETTA – Dopo anni di silenzio si torna a parlare del Residence Bravetta e dei servizi pubblici connessi con l’intervento urbanistico. A tornare sull’argomento è stato il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, in visita nell’area alla fine dello scorso mese. Sul luogo, si legge in una nota del primo cittadino di Roma, “è in corso un intervento di riqualificazione e rigenerazione urbana molto importante, che comprenderà anche una parte pubblica significativa con un asilo nido. Vogliamo accelerare i tempi per poter restituire alla città e al quartiere quest’area così importante, con spazi pubblici al servizio dei cittadini oltre che residenze di qualità”.

LE OPERE PUBBLICHE

Secondo la convenzione originaria all’intervento urbanistico di riqualificazione dell’area sono collegate delle opere pubbliche per il quartiere. Abbiamo chiesto informazioni sulle novità a riguardo all’Assessorato all’Urbanistica di Roma Capitale. Nelle prossime settimane è in programma l’approvazione di una Delibera di Giunta attraverso la quale sarà recepita la variante alla convenzione urbanistica del 2013 che interesserà, nello specifico, la collocazione delle opere pubbliche di cui parlavamo sopra. Queste infatti, da convenzione originaria, sarebbero dovute sorgere all’interno di uno degli edifici (riqualificati) dell’ex Residence (in particolare nei piani interrati, terra e primo). In seguito però all’approvazione del Piano di Assetto della Valle dei Casali, nel 2017, è arrivato l’ok da parte della Regione di prevedere la realizzazione di queste opere su altre aree idonee, ubicate anche all’interno del Parco. È stato quindi prodotta una nuova progettazione, la conferenza dei servizi si è conclusa e con la delibera di Giunta verrà messo nero su bianco lo spostamento dei servizi all’esterno e la loro realizzazione. Con un investimento di 8 milioni di euro è prevista l’edificazione di un “Polo per l’Infanzia” (che comprenderà un asilo nido e una scuola materna) nelle aree dell’ex parcheggio del Residence e il progetto integrato della Piazza Belvedere, che diventerà una porta d’accesso alla Valle dei Casali.

Ads

I TEMPI

L’impegno e l’obiettivo dell’Amministrazione è che queste opere vengano realizzate entro il 2024. “Finalmente riparte un’opera di riqualificazione che il quadrante di Bravetta aspetta da tempo”, ha commentato Maurizio Veloccia, Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale: “Al posto degli scheletri dell’ex Residence il quartiere avrà la predisposizione di nuove residenze e di opere pubbliche per 8 milioni di euro, tra cui una scuola di enorme pregio architettonico e ambientale che ospiterà oltre 75 bambini”. Rispetto alla collocazione di quest’ultima Veloccia ha aggiunto: “La scuola non sarà all’interno dell’edificato come immaginato all’inizio ma verrà inserita all’interno di una piazza pubblica attrezzata che costituirà un vero e proprio accesso alla Riserva della Valle dei Casali. Sarà una piazza accessibile che farà da collegamento con il complesso del Buon Pastore e con il Parco. Siamo di fronte, quindi, ad un intervento importante che ci permetterà finalmente di restituire uno spazio riqualificato alla comunità di Bravetta che ha subito le conseguenze dello stato di abbandono in cui versava l’area dell’ex Residence”, ha concluso Veloccia.

Anna Paola Tortora

Previous articleLaurentina: pronta la manifestazione contro l’ampliamento della discarica
Next articleMetro Garbatella: il nuovo murales Urban Fragments è un inno al quartiere, all’arte e all’ambiente