Home Municipi Municipio XII

Scuola Girolami: riapertura parziale a settembre

Il corpo A sarà inaugurato l’11 settembre. Entro il 20 ottobre prevista l’apertura del corpo B

dav

MONTEVERDE – Buone notizie per la scuola Girolami. I lavori necessari a mettere in sicurezza la scuola iniziati nei mesi scorsi sono andati avanti. Il plesso è quindi ora in condizioni di riaprire. Non tutte le aule però potranno ospitare i piccoli studenti sin dall’inizio dell’anno scolastico. Ricordiamo che nel piano di intervento del Municipio la scuola è stata divisa in tre parti, per ognuna delle quali è stato previsto un iter indipendente per i lavori. A riaprire subito con l’inizio delle lezioni sarà il corpo A (aule infanzia e primaria statale), mentre l’apertura del corpo B (mensa, infanzia comunale e altre aule della primaria statale) è prevista entro il 20 ottobre. La gara per la progettazione dei lavori da effettuare sul corpo C (uffici e palestra) sarà indetta invece entro la fine dell’anno.

LA RIAPERTURA

Ne abbiamo parlato con Valerio Vacchini, Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XII, che ci ha confermato: “L’11 settembre verrà inaugurato il Corpo A e tutti i bambini che erano stati dislocati alla Gramsci potranno rientrare alla Girolami. Il Corpo B aprirà entro il 20 ottobre. Il nostro cronoprogramma prevedeva di riaprire entrambi i corpi il 13 settembre (giorno di inizio delle lezioni del nuovo anno scolastico ndr). L’impegno del Municipio, per quanto di sua competenza, è stato massimo ma come ho sempre detto a determinare poi il raggiungimento dello scopo prefisso sarebbe stato l’andamento del cantiere”. I lavori sono andati avanti spediti, ha precisato Vacchini, ma “le opere sono state ritardate da alcune amare sorprese”. I lavori sul secondo blocco di aule e la mensa sono comunque in via di conclusione e a determinarne oggi l’apertura posticipata sono alcune questioni tecniche (legate al consolidamento dei materiali impiegati e alla validazione del Genio Civile ndr). Il Corpo B infatti, ha detto Vacchini, “sarà pronto prima del 20 ottobre. Nel frattempo sarà possibile pulirlo e sistemarlo per renderlo immediatamente utilizzabile”. Nella seconda parte del mese di settembre sono poi previsti al suo interno alcuni lavori di sistemazione di elementi minori, giorni durante i quali, ha detto Vacchini, “l’interazione tra bambini che saranno già rientrati alla Girolami e ditta sarà assolutamente limitata. Le lavorazioni polverose e rumorose saranno comunque effettuate prima della riapertura della scuola e il cantiere sarà accuratamente compartimentato rispetto alle aule, con la creazione di tramezzi temporanei. Non ci sarà quindi possibilità di incontro tra la ditta e i piccoli studenti. L’unico punto di ‘contatto’ sarà l’ingresso che verrà però gestito a fasi alternate in modo tale da non comportare accavallamenti”. Il 3 settembre, ha detto poi Vacchini, si è tenuto il Consiglio d’Istituto, durante il quale sono stati forniti alla scuola tutti i dettagli sulla riapertura della Girolami: “Da parte del preside, che ha seguito quotidianamente i lavori, c’è stata soddisfazione per l’impegno politico e degli uffici tecnici. Voglio ringraziare in particolare l’ing. Galli e il direttore ing. Gaudio per il lavoro svolto e il risultato raggiunto”.

Ads

I FONDI E IL CORPO C

Ricordiamo che i fondi per realizzare gli interventi sui Corpo A e il Corpo B sono arrivati dal Ministero della Pubblica Istruzione: 1,5 milioni di euro, dei quali circa 230 mila euro sono stati messi a disposizione direttamente della scuola per la gestione del servizio navetta. La restante parte è stata divisa, circa 500 mila euro per il corpo A e 770 mila euro per il corpo B. La somma stanziata è stata sufficiente sia per i lavori che sono stati effettuati, ci ha detto Vacchini, ma anche per coprire alcune lavorazioni richieste dalla scuola. A bilancio inoltre, ha proseguito, “sono presenti altri fondi (circa 500 mila euro) che utilizzeremo sempre per la scuola”. I fondi per il corpo C invece dovranno essere individuati nel prossimo bilancio. Quest’ultimo, ha detto Vacchini “versa in condizioni veramente critiche. Sarà necessario valutare se demolirne una parte. Al suo interno è previsto anche l’inserimento di un ascensore”. La gara di progettazione per le opere da effettuare sul corpo C era attesa per questa estate ma i tempi si sono un po’ dilatati, ci ha spiegato Vacchini: “L’ufficio tecnico ha iniziato a lavorarci. La gara di progettazione sarà lanciata entro il 2021. Essendo il Municipio già in possesso dello studio di fattibilità a dicembre sarà comunque possibile chiedere i fondi, sia per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo, sia per la realizzazione dell’opera. La gara per i lavori si chiuderà entro la fine del 2022”. Nel frattempo gli uffici rimarranno dislocati alla Sanzio e, per quanto riguarda l’attività fisica dei bambini, (non essendo agibile la palestra), “il Municipio sta provvedendo a sistemare i due campetti esterni per poter fornire degli spazi da sfruttare nei giorni di bel tempo”, ha concluso Vacchini.

LA SCUOLA E I GENITORI

Finalmente possiamo ufficialmente annunciare che ‘Riapriamo la Girolami’”. Inizia così la comunicazione pubblicata sul sito dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack (del quale il plesso fa parte) in cui la scuola ha dato notizia della riapertura di parte delle aule: “In seguito a quanto emerso dalla riunione del Consiglio d’Istituto svoltosi in data 3 settembre 2021, si comunica che il plesso Girolami, nella porzione del Corpo A, sarà riaperto il giorno 11 settembre 2021. In tale modo sarà possibile accogliere tutte le classi della scuola primaria dislocate l’anno scorso nel plesso Gramsci e la seconda C dislocata nel plesso Sanzio a partire dal 13 settembre. Inoltre si sottolinea che, entro il 20 ottobre, il cantiere del Corpo B sarà concluso e di conseguenza tutte le classi del plesso Girolami saranno ricollocate nella loro sede originale”. Più pacato e meno soddisfatto è stato invece il commento dei genitori che gestiscono la pagina Facebook “Riapriamo la Girolami” che in questi hanno seguito da vicino la questione: “Apprendiamo dal sito della scuola la notizia che aspettavamo da anni: una parte della Girolami finalmente riaprirà e gli alunni dislocati a Gramsci potranno rientrare nella loro scuola. Un obiettivo raggiunto grazie al lavoro instancabile e alla perseveranza del nostro dirigente scolastico Massimo La Rocca e un po’ anche grazie a noi genitori che non abbiamo mai mollato. Purtroppo però al momento riaprirà solo il corpo A e non tutta la scuola come era stato sbandierato dal Municipio XII in diverse occasioni. Ennesima promessa mancata. Noi che siamo la memoria storica e abbiamo vissuto questa esperienza dal principio sappiamo bene che le promesse erano altre e non possiamo accontentarci di questo risultato a metà. Quindi, come sempre, continueremo a vigilare affinché tutta la scuola riapra e nelle migliori condizioni per tutti i nostri alunni dal primo anno di materna all’ultimo della primaria perché rivogliamo tutta la scuola e non solo una parte”.

Anna Paola Tortora

Previous articleUntouchable di Tony Effe
Next articleAl via la prima edizione della VitiniArt Week