Home Municipi Municipio XII

Voragine Colli Portuensi, si lavora 7 giorni su 7 fino alle 23

L’ultimazione delle opere sul cantiere è prevista per il 15 aprile

Tratto da Urlo n.198 febbraio 2022

MONTEVERDE – Si intensificano gli interventi sul cantiere della voragine di viale dei Colli Portuensi dove, da fine gennaio, si lavora 7 giorni su 7, fino alle 23. La via è chiusa al transito da aprile 2021, quando la rottura di una fogna ha causato l’apertura di una profonda voragine. A giugno scorso poi, in seguito a delle intense precipitazioni, un altro danno all’impianto fognario ha causato un nuovo cedimento dell’asfalto, non distante dal primo. Le complesse opere per la riparazione del guasto che ha originato la prima voragine sono concluse. Ora Acea è al lavoro per riparare il secondo danno e poter riaprire al transito la via, la cui chiusura impatta molto sulla viabilità dell’area. Il termine dei lavori è previsto per il 15 aprile.

Ads

GLI INTERVENTI

A dare la notizia dell’intensificazione degli interventi è stato il presidente del Municipio XII, Elio Tomassetti, il 30 gennaio: “Avevamo preso l’impegno di accelerare i tempi e grazie alla collaborazione di Acea e Comune da oggi alla voragine si lavora anche di domenica fino alle 23. L’amministrazione continuerà a monitorare l’intervento e a stare in contatto con gli uffici competenti, affinché si proceda il più rapidamente possibile”. Abbiamo parlato dello stato delle opere con l’Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XII, Francesco Geraci, che ci ha confermato che “la porzione di strada dove si è originata la prima delle due voragini è stata asfaltata in quanto i lavori si sono conclusi”. Rispetto invece alla riparazione della seconda voragine “è stato condiviso insieme ad Acea ATO 2 un cronoprogramma degli interventi successivi che prevedono: la realizzazione di micropali in acciaio e cemento armato (ne saranno installati 440), la sostituzione della tubatura fognaria e infine i rinterri e i ripristini”. Rispetto alle tempistiche Geraci ha aggiunto: “La Direzione Lavori di Acea ATO 2 ha aderito alla nostra richiesta e si è dichiarata disponibile a eseguire le opere con turni continuativi (7 giorni su 7) fino alle 23, in modo da anticipare l’ultimazione dei lavori, che ad oggi è prevista per il 15 aprile (rispetto alla data precedentemente indicata del 30 aprile) con l’auspicio, chiaramente, che grazie all’intensificazione delle ore e dei giorni di lavoro le opere possano terminare anche prima”.

NECESSARIO VELOCIZZARE

Sin dal primo momento ho manifestato l’urgenza e la necessità di ripristinare in tempi rapidi viale dei Colli Portuensi, un’arteria importante non solo per il Municipio ma per tutta la città in quanto collega il quartiere Aurelio con Monteverde”, ha commentato il consigliere del Municipio XII Pietrangelo Massaro (Fi): “La sua chiusura sta causando danni notevoli alla viabilità del quadrante. Concordo quindi con tutti gli interventi che porteranno a una veloce risoluzione della questione nell’interesse della cittadinanza”. Sul tema è intervenuto anche Alessandro Galletti, consigliere municipale per il M5S che ha promesso: “Vigileremo affinché le tempistiche vengano rispettate”. “Troviamo assurdi i tempi di questo intervento che sta creando danni al traffico, ai residenti e ai commercianti”, ha commentato invece Giovanni Picone, capogruppo Lega in Municipio XII: “Temiamo che sia stato perso troppo tempo. Di questo e della lentezza del cantiere chiediamo contezza non solo a chi doveva operare ma anche a chi doveva supervisionare i lavori, ovvero Dipartimento e Municipio. Qualcosa evidentemente non ha funzionato così come quel programma di monitoraggio del sottosuolo da noi più volte richiesto, per un quadrante soggetto a problematiche di smottamento al netto di eventuali rotture di tubazioni. Su questo tema presto passeremo in Consiglio municipale un atto di indirizzo all’attuale maggioranza”.

Anna Paola Tortora

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 7.407 i nuovi casi, il rapporto con i tamponi è al 9,7%
Next articleAlla Casa per Anziani Nuova Sair al Divino Amore il covid non è mai entrato