Home Notizie Cronaca Roma

Ama: ritardi nella raccolta, troppi in malattia

La Sindaca Raggi: “Gli impiegati non sono positivi al coronavirus, ma sono persone certificate malate”

SHARE
ama calderon della barca

ROMA – Aumentano i lavoratori in malattia in Ama e con essi i disservizi nella raccolta dei rifiuti su tutto il territorio capitolino. È la stesa Sindaca ad aver denunciato il rallentamento, soprattutto per quanto riguarda la plastica e la carta.

DISSERVIZI NELLA RACCOLTA

“In Ama molti si sono messi in malattia e si è verificato un rallentamento del servizio nella raccolta dei rifiuti”, ha commentato la Sindaca Raggi in una diretta Facebook nel pomeriggio di ieri. “Gli impiegati non sono positivi al coronavirus, ma sono persone certificate malate. Per compensare abbiamo utilizzato le società che si occupavano delle utenze non domestiche. Il servizio tornerà alla normalità”.

VERSO LA NORMALIZZAZIONE

Probabilmente l’ondata di malattie è da imputare al timore generato dal caso di positività al coronavirus rilevato su un lavoratore di Rocca Cencia nei giorni scorsi. Naturalmente anche la mancanza di dispositivi come le mascherine, ha sicuramente concorso a questo stato di cose. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare un’ingente dotazione di mascherine per il personale di Roma Capitale e per quello delle partecipate. Queste misure, assieme all’interlocuzione aperta dalla Sindaca con i sindacati, potrebbe far torre la raccolta alla normalità nei prossimi giorni.

Red