Home Notizie Cronaca Roma

Arriva la proroga per i dehors Covid 

Tratto da Urlo n.197 gennaio 2022

ROMA – È arrivata in extremis la proroga per la normativa transitoria Covid per l’occupazione di suolo pubblico. Infatti il 31 dicembre la Giunta Capitolina ha approvato un prolungamento fino al 31 marzo prossimo (termine dello stato d’emergenza deciso dal Governo) per la norma che ha permesso a tanti ristoratori (e non solo) di realizzare dehors all’aperto senza costi di occupazione di suolo pubblico e in deroga alle norme.

Ads

Il limite per le concessioni di suolo pubblico con esenzione del canone era fissato al 31 dicembre 2021 e viene così prorogato al 31 marzo 2022. L’approvazione è arrivata anche a seguito di una mozione votata positivamente dall’Aula Giulio Cesare e presentata dalla maggioranza di centrosinistra nella commissione attività produttive guidata dal consigliere Andrea Alemanni.

“Abbiamo lavorato a ritmi serrati negli ultimi giorni, e per questo ringrazio i miei uffici – spiega Monica Lucarelli, Assessora alle Attività produttive – per adeguarci alle ultime disposizioni nazionali, in modo da dare certezze agli operatori. In questa fase transitoria, l’Amministrazione si adopererà per modificare il regolamento attuale in modo tale da coniugare le esigenze degli esercenti, il rispetto del decoro e la vivibilità dei quartieri. Nel frattempo, da subito, avvieremo controlli mirati per garantire la legalità e tutelare gli operatori che hanno agito in linea con le regole”.

Controlli e decoro è quanto continuano a chiedere diverse associazioni e comitati cittadini (soprattutto del Centro) nei confronti del proliferare indiscriminato dei tavoli e delle pedane in tutta la Capitale. La speranza è che la riscrittura del regolamento possa trovare il difficile bilanciamento tra la corsa al “tavolino selvaggio” e le richieste dei residenti.

AC

Previous articleMontascale o servoscala in casa: quale impianto conviene?
Next articleAnche la nebbia passa