Home Notizie Cronaca Roma

Covid-19: 20 nuovi casi rilevati nel Lazio nelle ultime 24 ore

Partiti quest’oggi i test sui viaggiatori provenienti dall’Est Europa alle barriere autostradali di Roma Nord e Est

SHARE

ROMA – I dati relativi alle Asl del Lazio nelle ultime 24 ore parlano di 20 nuovi casi positivi e nessun decesso. Dei nuovi contagi sette sono di importazione: quattro casi da Ecuador, due casi da Croazia, un caso da Albania.

CONTROLLI ALLE BARRIERE AUTOSTRADALI

Intanto in queste ore sono partiti i test alla barriera autostradale di Roma Nord sui viaggiatori provenienti da est Europa. “I primi test sono stati effettuati su tre minivan e sono risultati tutti negativi – afferma l’Assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – Si ringraziano gli operatori del Servizio sanitario regionale e le unità mobili USCA-R. La preziosa collaborazione della Protezione civile regionale, della Polstrada e della società Autostrade. Eventuali casi positivi alla sieroprevalenza verranno subito isolati e sottoposti al tampone rapido”. Alle 15.30 erano già stati effettuati 63 test, tutti negativi, in prevalenza su viaggiatori di ritorno dalla Romania. Dall’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio arriva poi la conferma che lo stesso tipo di controlli sono stati attivati anche presso la barriera autostradale di Roma Est sui viaggiatori provenienti dall’Est Europa. “Abbiamo dimostrato che è possibile eseguire i test alle barriere autostradali e in aeroporto – aggiunge D’Amato – Auspico che questo modello venga esportato a livello nazionale ai confini e negli aeroporti principali”.

#Coronavirus: D'Amato: Sono partiti i test alla barriera autostradale di Roma Nord e Roma Est sui viaggiatori…

Posted by Salute Lazio on Friday, August 7, 2020

LA SPERIMENTAZIONE DEL VACCINO

L’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani è ora impegnato nella sperimentazione del vaccino contro il covid19. A questo scopo è stato diramato un avviso per la ricerca di volontari sani, di ambo i sessi, di età compresa tra i 18 e i 55 anni e tra i 65 e gli 85 anni, iscritti al Servizio Sanitario Nazionale, che non abbiano partecipato ad altri studi clinici negli ultimi 12 mesi e che non abbiano contratto il covid-19. I test avranno inizio il 24 agosto, per dare il proprio contributo si può chiamare il numero 06/55170203 dalle 09:00 alle 17:00 oppure scrivere una mail a dirsan@inmi.it.

I DATI DALLE ASL

Nella Asl Roma 1 sono sei i casi nelle ultime 24h e si tratta di un uomo individuato in fase di pre-ospedalizzazione al Santo Spirito e quattro casi riferiti a un cluster familiare di nazionalità dell’Ecuador, è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 2 sono 3 i casi nelle ultime 24h e di questi un uomo di rientro dalla Croazia, avviata l’indagine epidemiologica, e un caso con un link ad un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 3 sono tre i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi di un uomo e una donna già posti in isolamento domiciliare e un caso di una ragazza di 17 anni per la quale è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 4 sono due i casi nelle ultime 24h e si tratta di due uomini di Cerveteri il primo individuato in fase di pre-ospedalizzazione e il secondo con un link ad un caso già noto e isolato. Nella Asl Roma 5 un caso nelle ultime 24h e si tratta di un ragazzo di rientro dal Molise per il quale è stata avviata l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 sono due i casi nelle ultime 24h e si tratta di un ragazzo di 11 anni per il quale è in corso l’indagine epidemiologica e un caso di una bambina di 1 anno ora trasferita al Bambino Gesù di Palidoro. Infine per quanto riguarda le province si registrano tre casi e zero decessi nelle ultime 24h e due casi riguardano la Asl di Latina. Si tratta di un uomo di Aprilia di rientro dall’Albania, avviato il contact tracing internazionale e una donna di rientro dalla Croazia anche per lei avviato il contact tracing internazionale. Il terzo caso riguarda la Asl di Viterbo e si tratta di una donna individuata in fase di accesso al pronto soccorso, avviata l’indagine epidemiologica.

Red