Home Notizie Cronaca Roma

Covid 19: sono 38 i casi positivi nel Lazio, 26 nella Capitale

La curva scende allo 0,5%, massima attenzione sulle RSA, sono 620 le strutture ispezionate

SHARE

ROMA – Sono 38 i casi positivi registrati nel Lazio nella giornata di ieri (26 dei quali nella Capitale), con un trend di contagio che scende a 0,5%. Un dato positivo, anche a fronte dei controlli sulle RSA e le strutture socio-assistenziali private accreditate. “Sono ad oggi 620 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio – ha confermato l’assessore alla Sanità del Lazio, D’Amato – È stato avviato il procedimento amministrativo di revoca dell’accreditamento della Casa di Cura San Raffaele di Rocca di Papa a seguito dei risultati di audit. Nella struttura vi sono stati 125 casi positivi, 17 i decessi e 104 i trasferimenti effettuati. Proseguiranno gli audit anche per tutte le altre strutture”. Inoltre nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 16, mentre continuano a crescere i guariti che sono arrivati a 1.938 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati quasi 154 mila.

I DATI DEL LAZIO

Nella giornata di ieri dalla Regione Lazio son stati diramati alcuni dati sul contagio nella Regione. Sono 4385 gli attuali casi positivi Covid19 nella Regione Lazio. Di cui 2955 sono in isolamento domiciliare, 1335 sono ricoverati non in terapia intensiva, 95 sono ricoverati in terapia intensiva. Sono invece 524 i pazienti deceduti e 1938 le persone guarite. In totale ad oggi sono stati esaminati 6847 casi.

LE STATISTICHE DEL CONTAGIO

Inoltre nel Lazio dei casi finora confermati il 20% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 44% è in isolamento domiciliare e l’1% è in terapia intensiva. I guariti sono il 27%. L’età mediana dei casi positivi è 57 anni. Il sesso è ripartito in modo omogeneo: il 48% sono di sesso maschile e il 52% di sesso femminile. I casi positivi sono così distribuiti: il 37,4% è residente a Roma città, il 32,2% nella Provincia, il 9% a Frosinone, il 4,9% a Rieti, il 6,2% a Viterbo e l’8% a Latina. Il 2,3% proviene da fuori Regione.

Red