Home Notizie Cronaca Roma

Covid19: nella Capitale aumentano i casi di importazione

Il valore di contagio potrebbe tornare a salire con 22 casi su 28 provenienti da focolai di importazione

SHARE

ROMA – In attesa dei nuovi dati che verranno diramati nel pomeriggio di oggi, sono i 28 casi di ieri (soprattutto provenienti da focolai di importazione) a riaccendere l’attenzione sui contagi a Roma e nel Lazio. Si attestano a 22 i casi di importazione “di questi – ricorda l’Assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – 18 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati. Un altro caso proviene dalle Canarie, uno ha un link con il Brasile e uno di rientro da una visita familiare a Milano”. Con i numeri in crescita questa settimana dovrebbe tornare a salire anche il valore RT: “Ci aspettiamo nella valutazione settimanale un valore RT ancora di poco superiore a 1 a causa dei focolai di importazione”, ha infatti aggiunto d’Amato, ricordando che nelle ultime 24 ore si registrato un solo decesso.

IL CONTACT TRACING

Con i casi di importazione in aumento divengono ancora più essenziali le attività di contact tracing e di indagine epidemiologica attraverso i tamponi. Resta infatti alta l’affluenza ai drive-in della Asl Roma 2 a disposizione della Comunità del Bangladesh a Roma per effettuare i tamponi. L’attività di contact tracing per la Comunità bengalese verrà estesa anche al drive-in del San Giovanni e in Piazzale Tosti.

I DATI DALLE ASL

Nella Asl Roma 1 dei tre casi registrati nelle ultime 24h due sono riferiti a persone di nazionalità del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca già attenzionati. Un caso riguarda un bambino di 9 anni riferito ad un nucleo familiare già noto. Nella Asl Roma 2 dei 15 casi odierni sono 14 i positivi riferiti all’esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in con link con voli internazionali da Dacca già attenzionati e di questi 8 fanno riferimento ad un unico nucleo familiare. Nella Asl Roma 3 dei cinque casi odierni uno è un uomo residente alle Canarie ora ricoverato allo Spallanzani. Due casi sono riferiti a persone di nazionalità del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca già attenzionati. Un ulteriore caso positivo riguarda un uomo individuato al test sierologico. Infine per quanto riguarda le province registriamo quattro nuovi casi nella Asl di Latina si tratta di un uomo di rientro da una visita familiare a Milano per il quale è stata avviata l’indagine epidemiologica, un caso di una donna in accesso al pronto soccorso. Un caso riguarda una bambina di 9 anni, è un link familiare al caso di rientro dal Brasile. Rieti si conferma COVID Free, mentre a Frosinone rimane un solo caso in isolamento.

Red