Home Notizie Cronaca Roma

Nasce nella periferia di Roma la prima biblioteca e-LOV

SHARE

ROMA – È di poche ore fa la notizia della creazione di una biblioteca e-LOV, ovvero di un grandissimo portale digitale a Tor Bella Monaca, di fronte al Teatro e nella sede del Municipio V, dove sarà possibile visionare tramite scanner QR Code libri, brani musicali o audiolibri.

LA BIBLIOTECA E-LOV

E-LOV è una piccola biblioteca urbana che contiene oltre 200 titoli e divisa in varie sezioni e per ogni argomento sono stati scelti dal catalogo di Liber 28 titoli. La notizia ha fatto il giro degli ambienti cittadini, degli spazi digitali e non solo. Infatti, la sindica Virginia Raggi, che si è fatta promotrice dell’iniziativa, ha dichiarato: “La cultura accessibile sempre e per tutti: è questo l’obiettivo del progetto e-LOV. Allarghiamo la base dei lettori, promuoviamo la lettura e consentiamo a ogni cittadino di poter accedere facilmente e gratuitamente a libri, brani musicali, audiolibri. Dopo Tor Bella Monaca, siamo al lavoro per replicare questa iniziativa anche in altri luoghi della città: per esempio alle fermate della metropolitana, nei mercati rionali, nelle sale di attesa di edifici pubblici”. Risulta lodevole, quanto evidente l’aspetto divulgativo dell’evento, al fine dello sviluppo delle periferie e dell’intero territorio di Roma Capitale. L’intento è quello della condivisione per consentire a chiunque di usufruire dei contenuti nella maniera più facile. Nella speranza che l’iniziativa appassioni il maggior numero di cittadini, sono in molti a domandarsi se questa non sia il preludio della fine dell’editoria e di tutti contenuti culturali in presenza, perché va detto che il desiderio di condividerli tutti insieme è enorme.

LE SEZIONI DISPONIBILI

Le sezioni sono: Scrittura delle donne, Libri per ragazzi, Grandi classici italiani, Classici da tutto il mondo, Poesie, Teatro, Musica classica, Opera. Si tratta di libri e brani musicali fuori diritti, e quindi liberamente fruibili. Tra gli autori presenti troviamo scrittrici notissime come Louisa May Alcott, Charlotte Bronte, Grazia Deledda, oppure autori per ragazzi come Hans Christian Andersen, Vamba, Lewis Carroll, Carlo Collodi. I grandi classici italiani sono rappresentati, tra gli altri, da Dante Alighieri, Leonardo da Vinci, Alessandro Manzoni, Filippo Tommaso Marinetti. Troviamo poi i grandi scrittori internazionali come Miguel de Cervantes, Dickens, Dostoevskij, Flaubert, Goethe, Gogol. Baudelaire, Belli, Boccaccio, Byron, Campana, Foscolo sono presenti nella sezione dedicata alla poesia. Mentre la sezione teatrale raccoglie, tra gli altri, testi di Goldoni, Ibsen, Pirandello e, naturalmente, Shakespeare, presente con ben dieci opere.

Le ultime due sezioni sono raccolte musicali: si possono ascoltare brani di musica classica di Albinoni, Bach, Beethoven, Berlioz, Brahms, Cajkovskij, Chopin, Debussy, Liszt, oppure arie da opere celebri, quali “Casta diva” da La norma di Bellini dalla voce di Maria Callas o ouvertures e arie da Il barbiere di Siviglia, Aida, Turandot, oppure da L’oro del Reno e Tristano e Isotta di Richard Wagner.

Riccardo Davoli