Home Notizie Cronaca Roma

Emergenza rifiuti: raccolta ripristinata in una settimana

L’Assessora Alfonsi ha assicurato da oggi l’inizio del recupero dei rifiuti non raccolti: “Contiamo, entro una settimana, di ripristinare una situazione di normalità”

ROMA – Sono ore complicate per la raccolta dei rifiuti nella Capitale. Dopo l’incendio che ha distrutto la seconda linea del TMB di Malagrotta, si punta a rientrare dall’emergenza entro una settimana. Sono questi i tempi affidati ad una nota stampa dall’Assessora capitolina ai Rifiuti Sabrina Alfonsi, che ha parlato della giornata di ieri (domenica 19 giugno), come del momento più complesso per la raccolta die rifiuti, “dopo che l’incendio del Tmb2 a Malagrotta ha di fatto privato la città dell’impianto di trattamento di maggiore capacità”

LE STIME SUI RIFIUTI

L’Assessora ha poi parlato dei numeri di questa nuova emergenza: “Al momento la stima per fine giornata – domenica 19 giugno ndr – è quella di avere 2000/2500 tonnellate di rifiuti non raccolti, meno delle previsioni di Ama, grazie alla minore presenza di cittadini”. Sempre la Alfonsi ha comunicato che già dalla setata di ieri sarebbero ripresi i conferimenti verso il Tmb1 di Malagrotta, bloccato nei giorni scorsi per consentire le operazioni di spegnimento. Questo, aggiunge l’Assessora, “insieme al sistema articolato di trattamenti alternativi ottenuti in questi giorni, ci consentirà di ritirare tutti i rifiuti prodotti e già a partire da domani – oggi 20 giugno ndr – iniziare il recupero dei rifiuti non raccolti. Contiamo perciò, entro una settimana, di ripristinare una situazione di normalità”.

Ads

LE MAGGIORI CRITICITÀ

AMA ha comunicato che le maggiori difficoltà si sono registrano nel quadrante Est per la raccolta indifferenziata (Pietralata, San Basilio, La Rustica, Pigneto, Tuscolano) mentre problemi su tutte le frazioni si registrano nel quadrante Ovest (Battistini, Monte Mario, Trionfale, Monteverde, Portuense, Magliana, ecc). sempre la municipalizzata ha comunicato che “Tutte le strutture operative hanno cercato di garantire il massimo decoro possibile con azione mirate di pulizia intorno ai cassonetti e tutte le squadre sono state destinate al presidio delle postazioni e a garantire quanto più possibile i servizi mirati porta a porta”. Nella giornata di ieri, comunicano dall’AMA, il servizio si è concentrato in alcune aree maggiormente colpite dall’accumulo di rifiuti. In particolare in aree dei quadranti Est (Monti di Pietralata, Durantini, Casale San Basilio, Quadraro, Tor Tre Teste, Centocelle Vecchia, Tor de Schiavi, Gardenie, La Rustica, Torre Spaccata, Tor Bella Monaca, Quarticciolo, Tor Vergata, Pigneto, Malatesta, Re di Roma, Tribuni-Consoli, Tuscolano, ecc.) e Ovest (Acquedotto del Peschiera, Battistini, Monte Mario, Trionfale, Colli Portuensi, Monteverde, Portuense, Magliana, Corviale, Aurelia, Monti di Creta, Baldo degli Ubaldi, Aldobrandeschi, Bravetta, Pisana, ecc.) della Capitale.

LeMa

Previous articleImport-export nell’antica Roma
Next articleRoma: approvate linee guida per il nuovo Piano Urbano Parcheggi