Home Notizie Cronaca Roma

Ponte dei Congressi: la Sindaca chiede un commissario per l’opera

La richiesta al Presidente del Consiglio arriva con la speranza di realizzare l’infrastruttura assieme allo Stadio di Tor di Valle

SHARE
pontecongressirend

ROMA – Con la Società giallorossa passata di mano non si abbassa l’attenzione sul progetto del nuovo Stadio a Tor di Valle, o sulle opere necessarie a far sì che quest’opera non risulti essere una cattedrale ‘irraggiungibile’ nel deserto. Si apprende infatti dall’Ansa di una lettera scritta dalla Sindaca Raggi al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per chiedere di velocizzare le procedure per la realizzazione del Ponte dei Congressi.

ITALIA VELOCE

La richiesta avanzata dalla prima cittadina sarebbe quella di inserire l’opera nell’elenco di interventi definiti ‘Italia Veloce’, parte integrante del decreto ‘semplificazioni’. Questo potrebbe accelerare i tempi di realizzazione, accorciando notevolmente la distanza, non solo temporale, tra le due sponde del Tevere in zona Eur. Inoltre tra le richieste avanzate dalla Sindaca Raggi e indirizzate alla Presidenza dl Consiglio, ci sarebbe anche l’indicazione di un commissario che possa operare sul modello del ponte di Genova. La volontà sarebbe infatti quella di riuscire a realizzare l’pera in tempi contingentati, ma soprattutto contemporanei a quelli del nuovo Stadio di Tor di Valle.

IL SISTEMA DEI DUE PONTI

In ingresso nella Capitale si percorrerà il nuovo Ponte dei Congressi a quattro corsie. La prima uscita che si incontra indirizzerà gli automobilisti verso l’Eur e il Torrino, mentre poco più avanti un altro svincolo permetterà di arrivare direttamente all’Ostiense. Allo stesso modo ci sarà la possibilità di dirigersi verso via della Magliana o via Isacco Newton, così come di proseguire in direzione Eur sul viadotto. Nel senso opposto verrà ampliata la rampa di immissione dalla Colombo e il viadotto in parte verrà abbattuto e ricostruito. Il Ponte della Magliana invece diventerà ad un solo senso di marcia in direzione di via della Magliana e della Roma-Fiumicino. Tramite la legge obiettivo (2013) varata dal Governo sono stati già stanziati 140 milioni utili alla realizzazione. Purtroppo però i costi di questa infrastruttura sarebbero aumentati, toccando i 172 milioni di euro del primo lotto di interventi. Di questi 144milioni arriverebbero dallo Stato, mentre i restanti 28 arriverebbero con un mutuo a carico del Comune di Roma. Il secondo lotto dei lavori completerebbe l’opera, anche se questa sarebbe già pienamente funzionate al termine del primo lotto.

FARE PRESTO, OPERA STRATEGICA

Una richiesta appoggiata anche dagli esponenti di Fdi in Municipio XI, dove l’opera inciderà fortemente sulla mobilità generale, molto di più, affermano, rispetto alla Funivia tra Magliana e l’Eur: “Finalmente si chiede di velocizzare in ogni modo le procedure per realizzare il Ponte dei Congressi a Roma, un’opera strategica per la città e per il Municipio XI – afferma da Fdi l’ex Capogruppo Valerio Garipoli – Da sempre riteniamo tale progettuale assai più importante, necessaria ed efficace per la mobilità del quadrante a differenza della funivia. È importante che il Ponte rientri nell’elenco delle opere Italia Veloce e Decreto Semplificazioni”.

LeMa