Home Rubriche City Tips

Rifiuti: da inizio anno sono già 70 i cassonetti stradali vandalizzati

Un dato doppio rispetto allo scorso anno, con un costo per la collettività di circa 38mila euro

ROMA – Non sono incoraggianti i dati forniti dall’AMA riguardo la quantità di cassonetti stradali vandalizzati nei primi 10 giorni del 2021. Sono infatti 70 i contenitori che sono stati incendiati e distrutti dall’inizio dell’anno, mentre nello stesso periodo dello scorso anno (1-6) gennaio erano stati 34. Un danno non indifferente a carico della municipalizzata (e quindi dei cittadini) che si aggira sui 38mila euro.

ANNO NUOVO VECCHIA INCIVILTÀ

Dall’azienda è l’Amministratore Unico, Stefano Zaghis, a commentare questi dati: “Anno nuovo e vecchia inciviltà – afferma – A quanto pare gli atti criminosi di questi incivili non si sono fermati nemmeno con la “zona rossa” decretata nei giorni a cavallo delle festività e con il coprifuoco notturno. Si tratta di gesti gravi che danneggiano l’ambiente, mettono a rischio la sicurezza dei cittadini e generano pesanti aggravi economici per l’azienda che ricadono sulla collettività”.

Ads

CAMPANE DEL VETRO SORVEGLIATE SPECIALI

In particolare, spiegano dall’AMA, sono state prese di mira le campane per la raccolta del vetro: “ben 42 andate a fuoco e in alcuni casi utilizzate addirittura come “detonatore” per i fuochi d’artificio per l’arrivo del nuovo anno. Tra le aree maggiormente colpite da questi ultimi roghi, figurano il X municipio (con 13 contenitori distrutti) e l’XI (10 cassonetti incendiati)”.

I DATI DEGLI SCORSI ANNI 

Ammontano, infine, complessivamente a circa 330 i contenitori (tra cassonetti e campane per il vetro) andati a fuoco e sostituiti dalle squadre addette di AMA nel corso del 2020: un dato in flessione rispetto ai 460 del 2019, ma pur sempre considerevole visto il lockdown totale tra marzo e maggio, per contrastare la diffusione del Covid-19, periodo nel quale sono stati dati alle fiamme solo 6 cassonetti.

Red

Previous articleMunicipio VIII: dal bilancio comunale zero fondi alla Cultura
Next articleScuola: nel Lazio prosegue il dibattito sul ritorno in aula il 18 gennaio