Home Rubriche City Tips

Rifiuti: la Sindaca lancia #scaricalincivile

Dal Campidoglio tolleranza zero contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti ingombranti

SHARE

ROMA – Tolleranza zero contro l’abbandono di rifiuti ingombranti. È questo quanto dichiarato dal Campidoglio in questi giorni di Fase 2 durante i quali gli operatori dell’Ama e la Polizia Locale avrebbe registrato un aumento dell’abbandono di materiali e rifiuti ingombranti. È per cercare di far fronte a questo fenomeno che la prima cittadina ha lanciato l’operazione #scaricalincivile. La Raggi, spiegano dal Campidoglio, “ha chiesto di rafforzare i controlli svolti dai gruppi territoriali e dal Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia Locale di Roma Capitale”.

LE INIZIATIVE

“Fondamentale l’utilizzo delle foto-trappole, telecamere che consentono di scattare un numero molto elevato di immagini, grazie alle quali si è risaliti ai singoli incivili, a svuota-cantine abusivi e, in alcuni casi, a vere e proprie organizzazioni criminali che sversano rifiuti nei terreni della Capitale – si legge nella nota del Campidoglio – Grazie a questa tecnologia, nel 2019 e negli ultimi mesi del 2020 il Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia Locale di Roma Capitale ha elevato circa 2.400 verbali (sui 4.000 elevati per reati di tipo ambientale), sequestrato 50 automezzi utilizzati per sversamenti illegali ed elevato sanzioni per circa 600mila euro”. Sanzionato con apposite ordinanze sindacali anche il fenomeno del “pendolarismo” dei rifiuti, ovvero persone che risiedono in comuni limitrofi a Roma e sversano i loro rifiuti nel territorio di Roma Capitale: sono state anche individuate le aree di Roma più colpite, come le strade consolari o i punti di accesso in città.

CONTRO L’ABBANDONO DI GUANTI E MASCHERINE

In queste settimane abbiamo più volte segnalato fenomeni di abbandono dei dispositivi di protezione individuale quali guanti e mascherine. Per cercare d mettere fine a questi comportamenti sconsiderati, che mettono a rischio la salute pubblica e quella degli operatori deputati a rimuovere tali rifiuti, è stata firmata un’ordinanza sindacale che prevede multe fino a 500 euro per chi abbandona guanti e mascherine usati per strada.

IL COMMENTO

È il capogruppo del M5s in Municipio VIII, Enrico Lupardini, ad aver commentato queste misure intraprese dalla Sindaca e dal Campidoglio nelle ultime settimane. Parlando di un ritorno alle abitudini degli ‘zozzoni’: “Dopo un periodo di quattro mesi di un dignitoso decoro dei nostri quartieri – afferma – torniamo a vedere la nostra bella città deturpata da televisori, sanitari abbandonati ed altri oggetti ed anche i nuovi rifiuti segno dei tempi che stiamo vivendo: guanti e mascherine gettati in terra”. Un problema che, oltre gli svuota-cantine abusivi, coinvolge anche quanti evadono il pagamento della tassa sui rifiuti. “Infatti la raccolta dell’AMA dei rifiuti ingombranti è gratuita per coloro che pagano regolarmente la TARI e quindi quando si vedono rifiuti abbandonati significa che molte persone hanno paura di un accertamento per il pagamento della tassa e non vogliono essere scoperti”.

Red

(Foto di repertorio)