Home Notizie Cronaca Roma

Rogo nel’impianto che ricicla carta alla Falcognana, per la Raggi è ‘guerra dei rifiuti’

SHARE

FALCOGNANA – Dopo l’incendio scoppiato questa mattina in via Falcognana 130, attorno alle 11 in un’area di circa 10mila mq di proprietà di una società che si occupa del riciclo della carta, è stata la Sindaca Virginia Raggi a prendere la parola attraverso un post su Facebook in cui parla della ‘guerra dei rifiuti’.

LA GUERRA DEI RIFIUTI

“A Roma c’è una guerra dei rifiuti che va avanti, il cui obiettivo è mettere in difficoltà un intero sistema – ha scritto la Sindaca su Facebook – A farne spesso le spese sono anche aziende e strutture che lavorano nel settore del riciclo della carta. Un incendio di grandi dimensioni, proprio in queste ore, ha coinvolto una ditta che opera in via di Falcognana, nel IX Municipio”. La Sindaca non manca di ricordare altri episodi similari: “Un caso gravissimo, che si aggiunge ad altri inquietanti avvenimenti come l’esplosione di un capannone per il recupero della carta a Pomezia, solo 10 giorni fa. Questi episodi mettono a rischio un sistema: quello del riciclo della carta e del cartone”.

LE ACCUSE DELLA SINDACA

Le accuse lanciate dalla prima cittadina non sono diverse da quelle espresse anche in relazione all’incendio nel TMB di via Salaria o nei confronti del fenomeno del rogo dei cassonetti stradali: “C’è il sospetto che qualcuno voglia riportare Roma indietro ad altre epoche storiche, in cui pochi lucravano sui rifiuti senza rispettare le regole, infischiandosene della salute dei cittadini e dei territori – conclude la Raggi – Siamo certi che magistratura e forze dell’ordine faranno chiarezza. Roma è al fianco di chi vuole cambiare rotta”.

NESSUN FERITO NELL’INCENDIO

Per domare l’incendio è stato necessario l’impiego di 7 squadre dei Vigili del Fuoco e del ‘carro schiuma’, questo a causa della notevole intensità delle fiamme e il denso fumo che in pochi minuti ha avvolto la zona. Al momento non sono ancora chiare le motivazioni dell’incendio, ma non risultano persone ferite.

Red