Home Notizie Cronaca Roma

Roma: chiusi i centri anziani fino al 15 marzo

La decisione è tata presa dal Campidoglio per il contrasto al virus COVID-19

SHARE
Piazza del Campidoglio Roma repertorio

ROMA – Anche i centri anziani del territorio capitolino chiuderanno i battenti fino al 15 marzo. La decisione è stata presa dal Campidoglio nell’ambito delle misure per il contrasto del diffondersi del virus COVID-19, anche per provvedere agli interventi di sanificazione degli ambienti dove si svolgono le attività dei Centri.

LA CHIUSURA DEI CENTRI

I motivi della scelta sono da ricercare nella fragilità individuata nelle persone più anziane, e al maggior rischio di contagio che corre questa fascia di popolazione, così come richiamato dallo stesso Decreto del Consiglio dei Ministri. Così l’Amministrazione Capitolina ha disposto di incaricare tutti i Municipi capitolini di provvedere a comunicare l’ordinanza a ciascun Coordinatore municipale a tutti i Presidenti dei Centri Sociali Anziani presenti sul territorio. Le comunicazioni e la chiusura dovrebbero avvenire già nelle prossime ore.

LE POLEMICHE

In queste ore non sono però mancate alcune critiche nei confronti dell’operato dei minisindaci, dato che non tutti avevano proceduto alla chiusura dei Centri Anziani, aspettando invece la disposizione del Campidoglio: “In VIII Municipio il Presidente Ciaccheri non ha chiuso i centri anziani ed ha aspettato che il provvedimento di chiusura fosse emanato dal Campidoglio dopo le valutazioni del Prefetto e delle Autorità sanitarie – commenta il capogruppo del M5s Enrico Lupardini – Eppure anche la situazione a Roma è estremamente critica per il diffondersi della epidemia del Coronavirus e la chiusura dei centri anziani è nelle facoltà del Presidente municipale come peraltro confermato dalla disposizione di chiusura emessa dalla Presidente del VII Municipio già dal 4 marzo. Perchè ha aspettato tanto? – conclude Lupardini – forse non ha capito la pericolosità del virus? Ritengo che anche solo un giorno di ritardo sia molto grave soprattutto per una categoria come gli anziani”.

Red