Home Notizie Cronaca Roma

Roma: in aumento gli accessi ai centri antiviolenza

I dati diramati dal Campidoglio parlano di un sostanziale aumento delle donne in carico a queste strutture

SHARE

ROMA – Con i dati in crescita delle donne che fanno ricorso ai Centri Antiviolenza, in questi mesi la ripresa degli accessi in queste strutture nella Capitale si è andata consolidando. A rendere noti i dati è lo stesso Capidoglio che parla di settembre come del mese in cui si sono registrati il numero più alto di accessi nel corso del 2020: 826 donne (+9% rispetto ad agosto), con 69 nuovi percorsi avviati. “Il numero delle nuove donne seguite è particolarmente significativo, in quanto mostra quante hanno deciso di intraprendere un percorso di fuoriuscita dalla violenza durante e dopo il lockdown – ha commentato la sindaca Virginia Raggi – Abbiamo attivato un nuovo canale via WhatsApp per chi aveva più difficoltà a chiamare. Dobbiamo continuare a parlare del tema della violenza di genere e promuovere i Centri Antiviolenza, raggiungibili H24 e collegati al numero nazionale 1522”.

 I NUMERI DEI CENTRI ANTIVIOLENZA

L’andamento degli ultimi mesi è stato quindi confermato dai dati diramati dal Campidoglio, secondo i quali le donne in carico ai servizi antiviolenza capitolini continuano a crescere e sono + 115% rispetto a settembre dello scorso anno. Già allora era stato registrato un aumento del 57% delle donne complessivamente in carico (da 274 a 431), la maggioranza delle quali ha però continuato il percorso di sostegno nell’anno 2020. In particolare, il numero (69) dei nuovi accessi ai servizi antiviolenza capitolini avvenuti a settembre risulta sostanzialmente in linea con quelli registrati nel mese precedente (70). A marzo, in coincidenza con il lockdown, il numero era sceso a 58.

LE MISURE DEL CAMPIDOGLIO

Dall’assessorato capitolino si parla delle iniziative intraprese per sostenere questi numeri in crescita: “I dati in aumento ci confermano l’assoluta importanza e centralità di questi servizi – dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì – Come Amministrazione abbiamo investito con forza in questa direzione: abbiamo aperto cinque nuovi Centri Antiviolenza e attualmente sono in corso i lavori per inaugurare, anche riconvertendo immobili confiscati alla criminalità organizzata, nuove strutture di ascolto e accoglienza”. Inoltre è prevista una campagna di informazione che verrà lanciata in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2020: “Lo faremo in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il supporto di Zètema – spiega la delegata della Sindaca alle Politiche di Genere Lorenza Fruci – Utilizzeremo gli impianti di affissione e i canali di comunicazione di Roma Capitale selezionando un’immagine tra quelle realizzate dagli artisti della città per il bando che abbiamo appena concluso”.

Red