Home Notizie Cronaca Roma

Roma: la Lista Calenda ha chiesto un’informativa sulla cyber security

Dopo l’attacco informati di lunedì scorso i consiglieri d’opposizioni tornano a chiedere rassicurazioni sulla tenuta del sistema informatico capitolino

ROMA – Dopo i nuovi attacchi hacker di questa notte indirizzati ai siti di diverse istituzioni italiane, anche nel Comune di Roma si torna a chiedere maggiore sicurezza sotto il profilo informatico.

L’ATTACCO RESPINTO

Nella mattinata di lunedì scorso il sito del Comune di Roma ha subito un attacco hacker che è stato però respinto. A cercare di ‘bucare’ il portale di Roma Capitale sarebbero stati gli hacker del gruppo russo Killnet, impegnati in diversi attacchi nei confronti di siti e servizi online di istituzioni e grandi aziende in tutta Europa.

Ads

LE RICHIESTE DELL’OPPOSIZIONE

Ora dopo i nuovi tentativi di attacco, dalla Lista Calenda si torna a chiedere delucidazioni su quanto predisposto per mettere al sicuro il sistema informatico capitolino: “Dal mese di febbraio abbiamo presentato un’interrogazione, cui non abbiamo ancora ricevuto risposta, per conoscere le contromisure e le difese messe in atto dal Campidoglio, per evitare il ripetersi di quanto accaduto un anno fa  ai danni del sistema informatico della Regione Lazio – ha dichiarato la capogruppo della Lista Calenda Flavia De Gregorio – L‘attacco di allora causò il caos nel sistema di prenotazioni delle vaccinazioni anti-Covid. I gruppi di hacker filo russi sono impegnati da settimane contro le reti informatiche occidentali sottovalutare questa minaccia potrebbe rivelarsi estremamente dannoso”.

UNA RIUNIONE SULLA SICUREZZA INFORMATICA

Sempre dalla Lista Calenda è arrivata quindi la richiesta, indirizzata alla Presidente dell’Aula, Svetlana Celli (Pd), e al Sindaco Gualtieri, di convocazione della conferenza dei capigruppo per ottenere rassicurazioni attraverso una informativa in modo riservato, sulle misure prese che si intendono prendere da parte l’amministrazione Capitolina per prevenire eventuali e ulteriori cyber attacchi. “Roma Capitale è è tra gli obiettivi della cyber war in atto dopo l’aggressione russa all’Ucraina. Sollecito quindi la convocazione di una ‘riunione speciale’ della conferenza dei capigruppo, che auspico venga convocata prima possibile dalla Presidente Celli nel corso della quale – conclude De Gregorio – il sindaco Gualtieri, che ha tenuto per sé la delega sui sistemi informatici, e i tecnici del comune espongano le misure di cyber security adottate dal Campidoglio”.

LeMa

Previous articlePeste suina: Roma in ‘zona rossa’
Next articleRoma: insulti alla Presidente della commissione Pari Opportunità Michela Cicculli