Home Notizie Cronaca Roma

Roma: la Sindaca è senza maggioranza, lasciano i quattro “dissidenti”

Iorio Stefano, Terranova e Saturnino lasciano il M5s e fondano il gruppo "Il piano di Roma"

ROMA – In Assemblea Capitolina è nato “Il piano di Roma” il gruppo formato dai quattro consiglieri che nella giornata di ieri hanno lasciato la maggioranza penta-stellata. L’annuncio dei consiglieri, da tempo considerati dissidenti rispetto alla linea e soprattutto alla decisione unilaterale sulla ricandidatura della Sindaca Raggi, è arrivato in apertura della seduta dell’assemblea, interrotta subito dopo per lasciare spazio ad una riunione dei capigruppo.

I QUATTRO DISSIDENTI

La prima tra i fuoriusciti dal M5s a prendere la parola è stata Donatella Iorio: “Mi sono disiscritta dal M5s e oggi in Aula nasce il gruppo Il piano di Roma. È noto a tutti che la mia posizione è stata fortemente critica nei confronti della ricandidatura della sindaca Raggi, una ricandidatura che doveva essere quantomeno condivisa con chi in questi anni ha lavorato e approvato atti che ci sono stati sottoposti dalla giunta anche all’ultimo minuto. La delusione è stata tanta, non si può continuare a dare la colpa a chi è venuto prima“. È poi la volta del consigliere Marco Terranova: “Credo che questa città abbia bisogno di un fronte unito di tutte le forze politiche che vogliono il bene della città. Lo dicono tutti i partiti ma per intenti e collocazione politica ci identifichiamo in una parte, quella delle forze progressiste. Su questo il Movimento ha perso un’occasione qui a Roma“. Il terzo ad uscire dal M5s è Angelo Saturnino, presidente della commissione Statuto: “La nostra attività come consiglieri capitolini si è sempre distinta per correttezza e rispetto, anche con gli altri colleghi. Credo che l’Assemblea abbia lavorato bene sui provvedimenti di iniziativa consiliare mentre spesso ci siamo ritrovati all’ultimo momento a ratificare altri provvedimenti. Vogliamo concludere questa consiliatura confrontandoci sui temi“. Ultimo il consigliere e Presidente della commissione Mobilità, Enrico Stefano: “Sono sempre stato una voce critica ma leale, invece il Movimento ha preso una deriva nell’ultimo periodo: non mi piace la retorica del ‘va tutto bene’ e ‘se non va bene è sempre colpa di qualcun altro, la Regione, il buco nei bilanci, la Mafia, il dipartimento, gli uffici, il gruppo comunicazione che ha sbagliato il post. Io penso che chi ricopre alcuni ruoli debba ogni tanto prendersi delle responsabilità e alimentare un sano dibattito interno e anche esterno verso la città. Ma tutto questo non è avvenuto”.

Ads

LA SINDACA SENZA MAGGIORANZA

Già con il passaggio a Forza Italia del consigliere e Presidente dell’aula, Marcello de Vito, la Sindaca aveva perso la maggioranza dei voti in Assemblea. Ora però la crisi nella maggioranza (che non esiste più) è ancora più profonda. Ad oggi infatti la Sindaca Raggi può contare su soltanto 19 consiglieri ancora fedeli, quando però per ottenere la maggioranza in aula c’è bisogno di 25 voti.

LeMa

Previous articleAncora chiusi i centri anziani in Municipio XI
Next articleCome avere un cervello sempre giovane: tante soluzioni per tenere attiva la mente