Home Notizie Cronaca Roma

Roma: la Sindaca nomina i due nuovi assessori

Al Commercio va Andrea Coia e alla Cultura arriva Lorenza Fruci. La carica di vicesindaco passa a Pietro Calabrese

SHARE

ROMA – Dopo aver dato il benservito all’ex vicesindaco e assessore alla Cultura Luca Bergamo e all’ex assessore al Commercio, Carlo Cafarotti, la Sindaca Raggi ha fatto delle nuove nomine che hanno pienamente rispettato i pronostici. La Sindaca infatti ha firmato l’ordinanza con cui nomina Andrea Coia Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro e Lorenza Fruci Assessora alla Crescita culturale. Pietro Calabrese è stato nominato vicesindaco.

IL COMMENTO DELLA PRIMA CITTADINA

Do il benvenuto nella Giunta capitolina ad Andrea Coia e Lorenza Fruci. A loro voglio fare il mio in bocca al lupo per quest’incarico così importante per la nostra città. Sono sicura sapranno portare a termine gli obiettivi comuni che abbiamo fissato. Per il bene di Roma e nell’interesse dei cittadini”, ha commentato la Sindaca di Roma Virginia Raggi in una nota.

LA NUOVA ASSESSORA ALLA CULTURA

Sempre ad una nota è affidato il comento della neo-assessora alla Cultura Lorenza Fruci, che ha preso il posto di Bergamo: “Con grande senso di responsabilità e infinito amore per la mia città oggi ho accettato l’incarico di Assessora alla Crescita culturale di Roma Capitale, per il quale ringrazio la Sindaca Virginia Raggi per la fiducia dimostrata. Con profondo senso civico lavorerò all’insegna dell’ascolto e del dialogo. Ringrazio Luca Bergamo per l’importante lavoro svolto – e ancora – Sono consapevole dell’onere e dell’onore che il mio ruolo richiede, soprattutto in questo momento storico di grande difficoltà”.

DALL’ASSESSORATO AL COMMERCIO

Anche dal nuovo assessore al Commercio, già presidente della commissione capitolina che si occupa di sviluppo economico, arriva il ringraziamento alla Sindaca: “Ringrazio la Sindaca Virginia Raggi per la fiducia e l’opportunità di ricoprire l’incarico di assessore – scrive Andrea Coia su Facebook – Ora è il momento di lavorare tutti insieme per far ripartire le attività produttive e ricettive e dare sostegno ai tanti lavoratori impiegati in questi settori. Questa è la priorità sulla quale dobbiamo lavorare con la partecipazione di chi vive la crisi sulla propria pelle da troppo tempo, portando sul tavolo del governo delle istanze efficaci che possano permettere di esercitare nel rispetto della salute e sicurezza e di salvaguardare anche i moltissimi posti di lavoro che dipendono direttamente e indirettamente dal settore – e ancora – Voglio ringraziare anche Carlo Cafarotti per il lavoro portato avanti finora al servizio della nostra città”.

Red