Home Notizie Cronaca Roma

Roma-Lido: la linea è tornata in funzione, ma non cessano le polemiche

Dopo l’incidente di venerdì i treni sono tornati regolari, ma la richiesta di interventi e manutenzione si lega a quella di una commissione di inchiesta

SHARE
fiamme-roma-lido

ROMA-LIDO – La linea Roma-Lido è tornata in funzione nella giornata di Pasquetta, dopo due giorni di interruzione dovuti alla rottura di alcuni cavi. Nel pomeriggio di venerdì infatti la caduta dei cavi sul tetto di un convoglio ha procurato non poco allarme tra i passeggeri, a causa del fumo e di alcuni scoppi provocati dall’alta tensione.

L’INTERVENTO SULLA LINEA

L’Atac ha fatto sapere di aver “subito attivato una commissione di inchiesta per accertare le ragioni che hanno provocato la rottura del cavo della rete aerea. Al tempo stesso sono stati attivati i lavori per completare nel minor tempo possibile la riparazione“. Sarebbero 5 km i cavi sostituiti, mentre nelle prossime nottate verranno completati altri interventi che non impattano sul servizio.

LA COMMISSIONE D’INCHIESTA

Nelle ore immediatamente successive alla rottura dei cavi anche dalla Regione Lazio, attraverso l’Assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri, è stata chiesta una commissione di inchiesta “tra tecnici del Ministero, della Regione e di Atac che non si limiti all’accaduto ma valuti l’opportunità di interrompere immediatamente la linea al fine di realizzare i lavori di risanamento e/o sostituzione canalone porta cavi (euro 9,0 milioni), rinnovo dell’’armamento dell’intera tratta compresi deviatoi (euro 40,0 milioni), potenziamento e risanamento della linea elettrica di contatto (euro 14,0 milioni) per un totale di 63 milioni di euro”.

LA MANUTENZIONE IN RITARDO

Il Comitato Pendolari Roma Ostia, dopo l’incidente di venerdì scorso, è tornato ad sottolineare la mancata manutenzione sulla linea e i ritardi nel suo ammodernamento. “Lo abbiamo detto anche personalmente alle ineffabili controparti di Atac S.p.A. e Regione ed anche del Comune di Roma: senza un’adeguata e costante manutenzione la linea e i treni rischiano grosso – e ancora – La Regione dal 2016 sta sbandierando all’universo mondo una pioggia di finanziamenti sulle ex concesse (di cui i mitici 180 milioni solo per la Roma Lido),  Dopo 5 lunghissimi anni non è stato speso neppure 1 centesimo e non è chiaro se e quando le opere e gli acquisti previsti si tramuteranno in realtà, quando finalmente si passerà dalle parole ai fatti, dalla propaganda alla fattualità, dagli annunci a mezzo stampa ad azioni concrete”.

I PROBLEMI STORICI DELLA LINEA

Sulle mancanze nei confronti della linea e delle stazioni è intervenuto in una nota anche il consigliere del carroccio in Municipio IX, Piero Cucunato: “Da anni ormai denuncio le pessime condizioni della Roma-Lido, soprattutto per la mancanza di sicurezza e vivibilità della linea – afferma Cucunato – Anche l’organizzazione delle navette si è dimostrata disastrosa, con questi autobus pienissimi e che non rispettavano i distanziamenti anti Covid. A pochi mesi dalle elezioni, è questa la “preziosa eredità” che ci lasciano Virginia Raggi e la Regione Lazio. Un totale fallimento politico, che sull’Eur si è tradotto con il flop dei filobus e molteplici linee autobus tagliate. Una indegna gestione che unità all’emergenza rifiuti e alle strade colabrodo, danno a Roma il primato europeo di capitale del degrado”.

Red