Home Notizie Città Metropolitana

Roma: pizza sì, ma solo bianca o rossa

Le disposizioni della Polizia Locale in una circolare diramata a tutti i Gruppi Locali

SHARE

ROMA – Nella giornata di ieri la Polizia Locale ha diramato una nota a tutti i Gruppi Locali per chiarire alcune disposizioni attuative del Decreto legge del 23 febbraio scorso per le misure di contrasto al contagio da coronavirus. Oltre ai divieti relativi agli spostamenti, e a quelli per le attività di ristorazione e somministrazione, la nota sottolinea cosa possano vendere i Laboratori di Panificazione, quei panifici tanto amati dai romani.

Le misure puntano in particolare a non permettere il consumo di cibi e bevande in strada o all’interno degli esercizi commerciali ancora aperti. Per fare questo sono emanate delle specifiche direttive. Per i Laboratori di Panificazione, “Tale attività comprende oltre alla preparazione di vari tipi di pane e grissini, anche la preparazione di pizza e focacce tipiche di panificazione sia bianche (semplici o condite con olio e rosmarino) sia rosse (condite al pomodoro e olio) e di pasticceria secca. Non si deve considerare compresa la pizza condita e farcita diversamente”.

In poche parole i romani per qualche tempo dovranno accontentarsi della pizza bianca o al massimo di quella rossa, rimandando l’appuntamento con le tante amate pizze farcite per tempi migliori.

Red