Home Notizie Cronaca Roma

Roma: si guarda ad una stretta sui poligoni di tiro

Il prefetto Frattasi e il Sindaco Gualtieri hanno esaminato la vicenda di Fidene: “Roma è e resta una città sicura”

ROMA –Roma è e resta una città sicura”. In questo modo si è espresso il prefetto di Roma Bruno Frattasi, al termine del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza tenutosi ieri con il Sindaco Gualtieri dopo la strage di Fidene.

ROMA CITTÀ SICURA

Nel corso dell’incontro la vicenda di Fidene è stata esaminata punto per punto. A fronte di questa analisi il prefetto Frattasi afferma che “la città di Roma è stata colpita da un gravissimo episodio che però non dimostra per nulla che c’è stato un fallimento del sistema di sicurezza della città – e ancora – L’evento di ieri è stato determinato da una circostanza che in qualche modo era stata vista, perché c’era stato un contenzioso civile che questo signore portava avanti contro il Consorzio ma non c’erano segnali evidenti che questa persona potesse esplodere nel raptus omicida di ieri. Nonostante questo – ha aggiunto – i carabinieri di Rieti gli avevano negato il porto d’armi. Sappiamo che si è recato al poligono, dove era iscritto da diversi anni, e da lì si è allontanato con l’arma. Le indagini sono in corso, la magistratura appurerà le responsabilità e a chi sono ascrivibili. Posso solo esprimere il mio dolore, è stato uno shock emotivo per tutti, la città è stata colpita ma è sicura“.

Ads

LA STRETTA SUI POLIGONI

Il primo cittadino, a margine dell’incontro, è tornato a parlare dei poligoni e della necessità di una legislazione più stringente in materia. “Auspico una stretta dal punto di vista legislativo e amministrativo sull’utilizzo delle armi nei poligoni, perché siamo un Paese che, a differenza di altri e dovremmo esserne orgogliosi, ha regole più rigorose sui porti d’armi – afferma Gualtieri – Ma se poi ci sono zone in cui non c’è sufficiente rigore, ci sono rischi per la sicurezza dei cittadini“. Sempre di una stretta nei confronti dei poligoni ha parlato anche il prefetto Frattasi: “Programmeremo una stretta sui poligoni di tiro, ne parleremo col questore e le altre forze di polizia e faremo un’attività per vedere esattamente i controlli amministrativi che possiamo fare per verificare la regolarità della conduzione di queste strutture. È giusto che questo si faccia e anche con rapidità“.

Redazione

Previous articleIn piazza del Campidoglio torna l’Albero “a pedali”
Next articleTor Marancia la segnalazione del CdQ: cassonetti vecchi e danneggiati