Home Rubriche City Tips

Roma: stop alla plastica monouso negli uffici comunali

Approvato l’Ordine del Giorno di Europa Verde, Bonessio: “Campidoglio diventi veramente plastic free”

plastica-mare-pixabay

ROMA – Nella giornata di ieri è stato fatto un nuovo passo in avanti verso l’eliminazione della plastica usa e getta all’interno degli uffici comunali. A portare avanti questa vertenza è Europa Verde con il consigliere comunale Nando Bonessio che in sede di approvazione del bilancio capitolino ha visto inserire il suo Ordine del Giorno presentato il 10 gennaio scorso.

UNA POLITICA PLASTIC FREE

Il documento pone in risalto la necessità di attivare, anche all’interno degli uffici di Roma Capitale, delle vere e proprie politiche plastic free, per arrivare in breve tempo all’eliminazione della plastica usa e getta in tanti aspetti della quotidianità dei dipendenti capitolini. Un’azione in linea con la prospettiva di avvicinare la Capitale agli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e del Piano europeo per l’energia e il clima.

Ads

STOP ALLA PLASTICA MONOUSO

Per ridurre l’inquinamento causato dalla plastica – ha spiegato in una nota il Consigliere e vice presidente della commissione Ambiente, Nando Bonessio – sarà d’ora in poi vietata l’erogazione da macchine automatiche di bottiglie, bicchieri e cucchiaini monouso in tutte le sedi di lavoro dei quasi 30.000 dipendenti dell’Amministrazione Comunale”. Una riorganizzazione che toccherà anche la distribuzione dell’acqua, non più attraverso bottigliette monouso, ma con erogatori da bottiglioni idrici o dispenser automatici. “Mentre per costruire una strategia alimentare urbana – seguita l’esponente di Europa Verde – sarà data indicazione di prevedere distributori automatici di bevande, succhi, yogurt e frutta fresca provenienti da agricoltura biologica a km0 e dal commercio equo e solidale”.

LeMa

Previous articleWest Side Story
Next articleLa cocciniglia colpisce anche i pini di Villa Flora