Home Rubriche City Tips

Roma, strisce blu: il Codacons minaccia il ricorso al TAR sugli aumenti

La misura inserita nel PUMS ha già raccolto diverse critiche. L’associazione dei consumatori si è detta pronta alla battaglia legale

Le strisce blu dei parcheggi di piazza della Pilotta a Roma, in una foto d'archivio. ANSA/ GUIDO MONTANI/ I50

ROMA – Il Codacons è pronto alla battaglia legale contro l’aumento delle strisce blu contenuto nel PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) votato il 22 febbraio dall’Assemblea capitolina con 27 voti favorevoli, 8 astenuti e 6 contrari.

STRISCE BLU E CONGESTION CHARGE

Tra le novità maggiormente criticate (in particolare dagli esponenti capitolini di Fdi) c’è la realizzazione di una Congestion Charge, ovvero una zona a traffico limitato per il centro storico alla quale si potrà accedere solo con il pagamento di un pedaggio. Un provvedimento, ha spiegato l’assessore Patanè, che delinea uno scenario di durata decennale, non di certo una iniziativa da prendere nei prossimi giorni. Altro elemento finito sotto accusa è il previsto aumento del costo delle strisce blu, che potrebbe arrivare fino alla soglia dei 3 euro l’ora. Un provvedimento che punterebbe a limitare l’utilizzo dell’auto privata a favore dei mezzi pubblici, ma che sta suscitando non poche critiche.

Ads

IL CODACONS SUL PIEDE DI GUERRA

Tra i primi a schierarsi contro questa possibile azione anche il Codacons. L’associazione ei consumatori infatti si è detta pronta ad una battaglia legale contro l’aumento: “Il nuovo piano del sindaco Gualtieri è follia allo stato puro – afferma il presidente Carlo Rienzi – Si vorrebbe infatti portare a 3 euro l’ora il costo della sosta a pagamento, cancellando con un colpo di spugna i parcheggi gratuiti, vincolando il diritto al parcheggio ad una sorta di “maxi-tangente” da pagare alle casse del comune”. Per Rienzi si tratta di un piano “assurdo”, che “verrebbe immediatamente bloccato dal Tar – prosegue – Nessun rincaro delle strisce blu potrà mai essere attuato a Roma se prima il Comune non provvederà a potenziare il servizio di trasporto pubblico”. La richiesta del Codacons è di essere convocati dal Sindaco Gualtieri, per “studiare assieme agli utenti un piano che garantisca i diritti dei romani – si legge nella nota diramata dall’Associazione – pena un inevitabile ricorso al Tar contro qualsiasi provvedimento che introdurrà rincari per le strisce blu e cancellazioni dei parcheggi gratuiti”.

LeMa

Previous articleCovid-19: nel Lazio nelle ultime 24 ore sono 5.361 i nuovi casi, il rapporto con i tamponi è al 10,5%
Next articleMonteverde: tornano i roghi di cassonetti