Home Notizie Cronaca Roma

Scontri a Roma con i tifosi del Feyenoord

fotoomniromascontri

Cariche di allegerimento in Piazza di Spagna

Ads

GLI SCONTRI – Tensione in piazza di Spagna tra i tifosi del Feyenoord e le forze dell’ordine con lancio di fumogeni. Dopo alcune cariche di allegerimento la situazione è tornata sotto controllo. I supporter olandesi – come riporta Omniroma – sono stati intanto direzionati verso piazzale delle Canestre, a villa Borghese, punto di raccolta da cui partono i pullman in direzione dello stadio e dove è prevista anche vendita di ticket.

L’AFFLUENZA ALLO STADIO – Alcuni tifosi di Rotterdam sono già entrati all’Olimpico aperto dalle ore 16, nonostante il calcio di inizio della partita contro la Roma è previsto per le 19. Un altro punto vendita di biglietti sarà allestito nella dello zona stadio per consentire a quei supporter olandesi che hanno raggiunto la capitale sprovvisti di biglietto di poterlo acquistare prima dell’inizio della partita.

LA LUPA DECAPITATA – Attesi per il match di stasera circa 6.000 tifosi della squadra ospite. Intanto da ieri sera è apparso su alcuni muri zone del centro cittadino, un adesivo dove sono raffigurati la sigla del Feyenoord e la Lupa capitolina decapitata.

LE DEVIAZIONI DEL TRAFFICO – In vista della partita, i vigili urbani hanno comunicato che la questura ha interdetto, a partire dalle ore 16 di oggi, il traffico veicolare nella zona a ridosso dello Stadio Olimpico. Il provvedimento prevede la completa chiusura al traffico veicolare del tratto stradale compreso tra Largo Maresciallo Giardino fino a Piazza di Ponte Milvio.

I DISORDINI NELLA NOTTE – I disordini erano iniziati già ieri sera: intorno alle 22 decine di tifosi della squadra ospite, dopo aver bevuto birre e altri alcolici, hanno iniziato un fitto lancio di bottiglie e oggetti vari contro le forze dell’ordine, presenti in piazza Campo de’ Fiori. 33 gli arresti, tutti olandesi tifosi del Feyenoord.

(Foto Omniroma)

 

Previous articleRoma Fringe Festival nei giardini di Castel Sant’Angelo
Next articlePonte Malnome: l’ecodistretto non si farà