Home Notizie Cronaca Roma

Tor De’ Cenci: l’immobile sequestro finisce in Campidoglio

Un’interrogazione di Fdi per far luce sulla vicenda che ha visto coinvolta l’ex sede dell’Inps di Tor De’ Cenci

SHARE

TOR DE’ CENCI – Il 6 luglio scorso il IX Gruppo Eur della Polizia Locale ha posto i sigilli ad un immobile di quattro piani in zona Tor de’ Cenci a causa di alcune irregolarità in materia edilizia. L’edificio di circa 3.500 metri quadri comprende anche garage e negozi all’altezza della strada, e in passato aveva ospitato una sede dell’INPS.

I SIGILLI ALL’IMMOBILE

Dopo la dismissione dell’immobile da parte dell’Inps questo è stato riconvertito in unità abitative (circa 44 mini appartamenti), ma a far scattare i sigilli sarebbe una difformità nella documentazione presentata all’inizio dei lavori. Ulteriori indagini sono tuttora in corso in merito ai lavori in atto su 13 locali commerciali, mentre il responsabile della società titolare dell’immobile è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per violazione delle norme in materia edilizia.

L’INTERROGAZIONE DI FDI

La vicenda è anche arrivata in Aula Giulio Cesare con un’interrogazione firmata dal Consigliere di Fdi, Andrea De Priamo, dopo le pressanti segnalazioni dei cittadini residenti in zona. In questi ultimi giorni, si legge nell’interrogazione inviata al Sindaco e alla Giunta, si sarebbero verificate diverse violazioni dei sigilli posti dalla Polizia Locale, oltre a movimenti di persone all’interno dello stabile che lascerebbero pensare ad una occupazione abusiva. Da Fdi pertanto chiedono di conoscere “quale sia la condizione dell’immobile – e ancora – Se le forze dell’ordine abbiano individuato coloro che avrebbero violato i sigilli”. Inoltre il Comune dovrà rispondere anche ad un quesito in merito all’emergenza abitativa e ai motivi per i quali non si siano “presi in considerazione eventuali progetti legati a questo immobile”.

LeMa