Home Notizie Cronaca Roma

Trasporti: il decreto “Festività” rende obbligatorie le mascherine Ffp2 sui mezzi fino al 31 marzo

ATAC: “Tenere la mascherina, oltre a essere una precauzione sanitaria obbligatoria tutela voi e gli altri ed è un atto di civiltà e di rispetto degli altri viaggiatori”

ROMA – Con l’aumento dei contagi delle ultime settimane, il nuovo decreto “Festività” del Governo introduce una serie di nuove misure per cercare di limitare l’espansione del Covid-19 e della nuova variante Omicron. In particolare entrano in vigore nuove regole per chi utilizza il trasporto pubblico locale.

LE MISURE

Le nuove regole resteranno in vigore fino al prossimo 31 marzo, quando scadrà lo stato d’emergenza. La novità riguarda l’obbligo di indossare una mascherina di tipo Ffp2 per salire sui mezzi pubblici, oltre al già previsto green pass. Non sarà più possibile spostarsi indossando solamente le mascherine chirurgiche oppure quelle di comunità (stoffa). Per quanto riguarda la Capitale questa norma si applica su tutti i mezzi dell’Atac e della Roma Tpl, mentre nel Lazio riguarderà i Bus della Cotral e per i treni regionali.

Ads

LE DISPOSIZIONI DI ATAC

Sul sito ufficiale dell’azienda dei trasporti sono state pubblicate tutte le regole per far fronte all’incremento dei contagi. “Il decreto legge 221 del 24 dicembre 2021 stabilisce che per viaggiare è obbligatorio indossare sempre una mascherina di tipo Ffp2 a protezione di bocca e naso. Attenzione, non è più sufficiente indossare una mascherina chirurgica o di tipo “comunitario”. Non togliete mai la mascherina e non la abbassate per nessun motivo neanche, ad esempio, per telefonare. Tenere la mascherina, oltre a essere una precauzione sanitaria obbligatoria tutela voi e gli altri ed è un atto di civiltà e di rispetto degli altri viaggiatori. Disinfettate sempre le mani con il gel apposito. Se non lo avete con voi, sui tram e nelle stazioni trovate i distributori“. Dall’Atac spiegano che resta in vigore il limite di riempimento dei mezzi all’80%: “Ad esempio su un treno della metro sono ammessi sino a mille viaggiatori.  In treno e in metro preferite le vetture di testa e di coda che hanno maggiore disponibilità di posti. Se il mezzo è troppo affollato attendete il successivo”. Ancora in vigore le disposizioni sui percorsi differenziati tra entrata e uscita e il contingentamento in caso di affollamento.

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 3.006 i nuovi casi. Il rapporto con i tamponi è al 4,1%
Next articleCapodanno a Roma: tutti gli orari dei mezzi pubblici del 31 dicembre e del 1 gennaio