Home Notizie Regione

Pronto Cassa: la risposta della Regione ai danni economici del Coronavirus

Approvato provvedimento con importanti iniziative a sostegno della liquidità delle imprese e dei liberi professionisti del Lazio

SHARE

LAZIO – La notizia è arrivata un paio di giorni fa. La Regione Lazio scende in campo a sostegno di imprese e liberi professionisti del Lazio con il piano Pronto Cassa. A parlarne è una nota del 24 marzo in cui viene annunciato che le iniziative messe in campo con il provvedimento approvato dalla Giunta porteranno a mobilitare circa 450 milioni di euro per far fronte alle difficoltà economiche derivanti dall’emergenza sanitaria per la diffusione del Covid-19.

LE MISURE IN BREVE

Si tratta nello specifico, si legge nella nota della Pisana, “di interventi adottati in un quadro coordinato e complementare con le decisioni prese a livello europeo e nazionale e realizzati grazie a una rimodulazione di fondi europei e regionali e alla collaborazione con gli istituti di credito, la Banca Europea degli Investimenti, le Camere di Commercio del Lazio e il Fondo Centrale di Garanzia”.
Le misure sono varie, ha spiegato la Regione nella nota: “Anzitutto vengono messi in campo per imprese e partite Iva 55 milioni di euro. Viene aperta una nuova Sezione del Fondo Rotativo Piccolo Credito, destinata a erogare con modalità semplificata prestiti alle imprese danneggiate dall’epidemia di Covid-19 per la copertura del fabbisogno di liquidità”. I 55 milioni di cui si parla “saranno destinati a prestiti di liquidità di piccola entità per aiutare le micro, piccole e medie imprese e partite Iva del Lazio a superare il momento di difficoltà generato dal forte rallentamento dell’attività provocato dall’emergenza Coronavirus”. Una somma considerevole sarà messa a disposizione degli istituiti di credito della Regione: “Un secondo strumento prevede l’attivazione di una provvista da 100 milioni del programma “Italian Regions-EU Blending Programme” della Banca Europea degli Investimenti (Bei)”. Anche in questo caso le modalità di accesso saranno semplificate: “le imprese potranno rivolgersi direttamente alle banche convenzionate, senza passare dalla Regione. Le procedure di selezione delle banche si concluderanno entro il 20 aprile”. La Regione fa sapere poi di essere al lavoro per “attivare una sezione speciale dedicata alle imprese e ai liberi professionisti del Lazio del Fondo Centrale di Garanzia. Potranno essere quindi fornite garanzie anche per prestiti di piccolo e piccolissimo taglio”.

LA REGIONE AL FIANCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI

“Il Piano Pronto-Cassa varato dalla giunta Zingaretti è solo il primo scudo finanziario che la Regione mette in atto per il sistema d’imprese e il mondo delle partite Iva del Lazio per contrastare gli effetti del coronavirus”, ha detto il vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori: “L’impegno è burocrazia-zero per attivare le risorse. Dobbiamo essere più veloci del maledetto virus e soprattutto nessuno deve sentirsi solo. Uniti usciamo da questa crisi”, ha concluso Leodori. Quello raggiunto è un obiettivo importante, ha aggiunto l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Paolo Orneli. Il Pronto Cassa “è una prima risposta alla crisi economica generata dal Coronavirus pensata per dare ossigeno ai nostri operatori economici, anche i piccoli e piccolissimi in una fase di fortissima contrazione, quando non di blocco, della loro attività. Ma non ci fermeremo, stiamo continuando a lavorare per mettere in campo prima possibile ulteriori strumenti di sostegno all’economia realizzate sempre in un quadro coordinato e complementare con le decisioni prese a livello europeo e nazionale. Le nostre imprese, le nostre partite Iva e tutti noi stiamo combattendo una battaglia durissima contro questa emergenza sanitaria, economica e sociale drammatica. Non lasceremo indietro nessuno. E tutti insieme ce la faremo.”

Anna Paola Tortora