Home Notizie Cronaca Roma

Regione Lazio: pronti a riprendere i vaccini se AIFA darà via libera ad AstraZeneca

Da oggi al via alle prenotazioni per i non vedenti. Prosegue la campagna vaccinale per gli over 80

SALUTE – Dopo lo stop, provvisorio e precauzionale, dell’AIFA all’impiego del vaccino di AstraZeneca su tutto il territorio nazionale, gli appuntamenti programmati per questi giorni sono stati annullati. Ma la Regione, fa sapere la Pisana in una nota, è pronta a riprendere la campagna vaccinale appena l’Agenzia Italiana del Farmaco darà di nuovo il via libera all’impiego del vaccino dell’azienda biofarmaceutica anglo-svedese (per domani, 18 marzo, è atteso il pronunciamento dell’Ema a riguardo ndr). Proseguono intanto le vaccinazioni delle fasce più fragili della popolazione con i vaccini di Moderna e Pfizer.

PRONTI A RIPARTIRE

Tutti coloro a cui in questi giorni è stato annullato l’appuntamento per la vaccinazione, saranno richiamati in tempi celeri, assicura la Regione: “Pronti a riprendere vaccinazioni con AstraZeneca appena ci sarà il via libera di AIFA. Il piano – fanno sapere dalla Pisana – prevede di riprogrammare in automatico gli utenti con un preavviso di 48 ore presso gli stessi siti vaccinali completando il percorso di recupero in una settimana. Il cittadino riceverà un SMS con la data, l’orario e il luogo della vaccinazione” che sarà lo stesso dove era stata effettuata la precedente prenotazione. Chiaramente nel frattempo, da quando l’AIFA ha temporaneamente sospeso l’impiego del vaccino di AstraZeneca, la campagna vaccinale ha subito un rallentamento, ha fatto sapere la Regione: “Viaggiamo ad una media ridotta di somministrazioni giornaliere. Oggi supereremo la quota delle 735 mila vaccinazioni somministrate che rappresentano circa il 13% della popolazione nel Lazio”. Per rimanere aggiornati il contatore giornaliero delle vaccinazioni è sempre consultabile sul sito salutelazio.it.

Ads

POPOLAZIONE FRAGILE E ANZIANA

Prosegue la campagna vaccinale nei confronti della popolazione fragile. Ad oggi, fa sapere sempre la Regione, sono oltre 22mila le vaccinazioni somministrate a questa fetta di cittadini nel Lazio: “Da oggi al via la prenotazione online del vaccino per i titolari del codice di esenzione C05 (ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi), sono già state effettuate le prime 330 prenotazioni e per le somministrazioni sono stati attivati canali dedicati”. Per quanto riguarda le vaccinazioni della popolazione anziana, è stata superata la quota delle 260mila vaccinazioni over 80 che rappresentano 80% delle persone prenotate di quella fascia. Il Lazio ad oggi, ha fatto sapere sempre la Pisana, è la regione che ha vaccinato più anziani.

L’ATTESTATO VACCINALE

Intanto tutti coloro che hanno già ricevuto entrambe le dosi del vaccino, dal 20 marzo potranno ricevere il proprio attestato vaccinale: “Il sistema AVR (anagrafe vaccinale regionale) rilascerà al fascicolo sanitario elettronico (FSE) di ogni assistito che ha completato il ciclo vaccinale l’attestato vaccinale dotato di sigillo digitale della Regione Lazio dove saranno riportati i dati anagrafici, la data di prima e seconda somministrazione, il tipo di vaccino somministrato, il codice AIC e il lotto di produzione. L’attestato sarà dotato di un QR Code per verificarne l’autenticità attraverso l’App Salutelazio”.

APT

 

Previous articleSanremo 2021! Cosa ne resta qualche giorno dopo
Next articleCovid-19: nel Lazio sono 1.728 i nuovi positivi, il rapporto con i tamponi è stabile al 10%