Home Notizie Cronaca Roma

Roma-Lido: c’è l’accordo tra Comune e Regione

Tratto da Urlo n.188 marzo 2021

ROMA – Solo il 20 febbraio scorso, dopo gli annunci di agosto e il botta e risposta con la Pisana, dal Capidoglio è arrivata l’integrazione dell’accordo di collaborazione con Regione Lazio per il potenziamento della linea Roma-Lido. Un progetto che, come affermato dal Comune, non dovrebbe soffrire del passo indietro fatto dall’AS Roma sull’area di Tor di Valle.

Ads

Nell’accordo reso noto il 20 febbraio sono previsti interventi da parte della Regione Lazio come la fornitura di nuovo materiale rotabile, per un costo stimato pari ad un totale di 180 milioni di euro. Fondi contenuti nel Patto per il Lazio che, come ricordano dal Comitato Pendolari Roma Ostia, “sono ormai diventati una leggenda. Dal 2016 vengono sbandierati dalla Regione e poi anche dal Comune, per giustificare la sostenibilità trasportistica dell’edificazione massiccia della nuova centralità urbanistica – aggiungono – Ad oggi, dopo cinque anni, non ne è stato speso neppure un centesimo”.

Roma Capitale, stando a quanto riferito, provvederà alla realizzazione di alcune opere che erano già previste: il completamento della nuova fermata di Acilia Sud e la realizzazione del parcheggio di scambio; la costruzione di un sovrappasso pedonale per l’attraversamento della via del Mare, della via Ostiense e di via dei Romagnoli; un intervento di ristrutturazione e potenziamento dell’attuale fermata di Tor di Valle.

C’è però da capire se troveranno spazio interventi come la realizzazione di due tronchetti per l’inversione di marcia dei treni a valle della stazione di Acilia, oppure l’ulteriore fornitura di materiale rotabile. Queste ultime operazioni (pur richiamate da Roma Capitale il 20 febbraio tra gli obiettivi da raggiungere) erano collegate al versamento di 45 milioni di euro da parte dei privati (come da Delibera del 2017). Fondi che non entreranno nelle casse del Campidoglio se lo Stadio e il Business Park non si faranno.

L’accordo è stato confermato anche dalla Regione Lazio e ora dovrebbe essere la Giunta regionale a dare il suo ok a questo provvedimento che, in teoria, sarebbe stato propedeutico proprio all’approvazione della convenzione urbanistica per il progetto dello stadio a Tor di Valle. Naturalmente con il passo indietro della società Giallorossa sarà da capire se tutte le opere di ammodernamento della linea potranno comunque essere realizzate o se subiranno un rallentamento.

L.M.

Previous articleStadio della Roma: tutto da rifare
Next articleArrivano i fondi per riprendere i lavori sul Polo natatorio di Valco San Paolo