Home Municipi Municipio XI

Parco Tevere Magliana, un bene da valorizzare e far conoscere

MUNICIPIO XI – Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione a lettori@urloweb.com in merito al Parco Tevere Magliana, un bene che deve essere valorizzato così come il quartiere che lo ospita, da sempre sottovalutato e che invece – scrive la lettrice, un’insegnante di Storia dell’Arte in pensione – contiene elementi di grande valore ambientale, artistico e archeologico dei quali molti cittadini non sono al corrente. La lettrice ha scritto al nostro giornale una lunga riflessione, della quale pubblichiamo un estratto, con l’intento di far conoscere e valorizzare il Parco Tevere Magliana con le sue bellezze ma anche con le tante cose da migliorare.

Ads

Sono Paola Salvini un’insegnante di Arte in pensione. Abito alla Magliana da 50 anni, vorrei valorizzare anche questo quartiere spesso deprezzato, quando invece ci sono elementi di grande valore ambientale, artistico, archeologico che non tutti conoscono. Parlo principalmente del Parco Tevere Magliana, che 50 anni fa, era completamente abbandonato. Alla fine del 2000 l’area è stata dotata di una pista ciclabile, utilissima anche per camminare e correre, e circa 10 anni fa sono state create delle zone sosta nell’area golenale tra la pista ciclabile e il Tevere, con giochi dei bambini, campi sportivi, attrezzature ginniche, intervallati da fontane e sculture. Non tutti conoscono la bellezza dell’area golenale costituita da prati e alberi secolari che con la loro ombra rinfrescano e ossigenano l’aria lasciando intravvedere il Tevere dalla cui sponda di fronte si scorge il Colosseo quadrato della Civiltà e del Lavoro e la cupola della Basilica di San Pietro e Paolo all’Eur”.

La lettrice, un’attiva cittadina del quartiere, racconta di aver contribuito attivamente questi anni al risanamento delle sponde del Tevere, con varie azioni volte alla valorizzazione dell’area. L’ex insegnante ha poi parlato del progetto per la realizzazione del Parco Tevere Sud, “Tuttavia alla Magliana, di quel progetto, dopo molti anni, varie cose sono stata realizzate, altre non ancora come un altro gioco per bambini, un’area cani e un porticciolo – e ancora – Il Parco Tevere Magliana, una volta terminato potrebbe rappresentare un valore per il Quartiere ma anche per tutta Roma, specialmente se si potenziano i collegamenti con il resto della città. Si era parlato di una funivia per il collegamento con l’Eur, di un porticciolo, di un traghetto che potrebbe arrivare da Ostia fino all’isola Tiberina; siamo molto indietro se si pensa alle altre capitali europee come Parigi, dove le imbarcazioni navigano la Senna in lungo e in largo per migliaia di cittadini.

Nell’area golenale del Parco Tevere Magliana vi sono monumenti di grande valore come la Chiesa medioevale di Santa Passera (per il momento non accessibile) e la Torre del Giudizio, bene architettonico storico assolutamente abbandonato a se stesso. Altri siti riguardano il borghetto, il Campo Sportivo Pian Due Torri, l’area artigianale di Riva Pian due Torri, gli orti, il maneggio, i vari centri estetici- ginnici. Si alternano alle costruzioni, aree a prato, a canneto e macchia fluviale incolte. Sarebbe necessario istituire un Ente Parco Tevere Sud per il controllo, la tutela, la valorizzazione, l’utilizzo di tutta la zona, se vogliamo migliorarlo. Anche Voi, come Redazione potete diffondere le notizie di vostra conoscenza facendo un articolo sul Parco Tevere Magliana e farlo conoscere alla cittadinanza”.

Paola Salvini

Continuate ad inviarci le vostre segnalazioni a lettori@urloweb.com

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 14.987 i nuovi positivi. Il rapporto con i tamponi è al 15%
Next articleGiornata della Memoria: in Municipio VIII tante iniziative per ricordare il futuro