Home Municipi Municipio IX

Stazione di Tor Di Valle ancora abbandonata al degrado

La segnalazione di un nostro lettore riaccende i riflettori sullo stato in cui versa questa stazione della Roma-Lido

TOR DI VALLE – Ormai il progetto dello Stadio nell’area dell’ex ippodromo è tramontato e con esso sembrano essere sparite anche le speranze di vedere una stazione finalmente riqualificata. È la segnalazione di un cittadino a lettori@urloweb.com a riaccendere i riflettori sul degrado in cui versa la struttura.

La stazione di Tor di Valle, unico mezzo ferroviario che gli abitanti del quartiere utilizzano, come i residenti di Mostacciano, Spinaceto, Tor de Cenci… (che necessariamente devono “allungarsi” fino a Piazzale Tarantelli per raggiungere la metro e le zone più centrali della città) si trova in uno stato di totale degrado, abbandono e sfacelo: un cantiere abbandonato da anni, pieno di rifiuti mai rimossi.

Ads

Aggiungo che, purtroppo, anche l’inciviltà delle persone di passaggio ha contribuito a sporcare sempre più. Inoltre, non c’è soltanto il problema dello sporco, dei rifiuti e dell’abbandono. Ma anche l’assenza di una scala per disabili (un cartello in stazione preclude l’accesso ai disabili motori!! Lo trovo assurdo, ai limiti della follia), la mancanza di personale addetto a controllare che tutti paghino il biglietto e accedano regolarmente (quante scene di salti atletici o altri sotterfugi per entrare gratuitamente e incivilmente…).

L’ex ufficio dove un tempo risiedeva il personale è semidistrutto e abbandonato, inoltre dal ponte che collega la stazione con l’altra parte sulla via del Mare molte persone accedono eludendo tranquillamente i tornelli sottostanti.

Questa situazione di disagio e, aggiungerei, di schifo (perché chi paga da anni un servizio così pessimo non può non schifarsi di certi scenari) se sommata alle recenti limitazioni della tratta Roma-Lido (fa capolinea ad Eur Magliana, da lunedì a venerdì, solo il fine settimana regolarmente a Piramide) e alla scarsità di vetture delle metropolitane, specie la B, è veramente intollerabile. La situazione covid in città è stata, senza dubbio, peggiorata anche da questi disservizi, corse ridotte, orari di punta indescrivibili per il numero di persone ammassate come bestie, rendendo vano il distanziamento sociale prescritto”.

Roberto K.

Continuate ad inviare le vostre segnalazioni a lettori@urloweb.com

Red

(Foto di repertorio)

Previous articleAnche il Tevere ha il suo Contratto di Fiume
Next articleMontagnola: quale sarà il nuovo volto del parco di via Badia di Cava?