Home Rubriche Benessere Olistico

Amore, ci sono vari modi di amare

Parliamo di “amore malato”, troppo spesso le relazioni amorose si trasformano in un amore tossico, il quale porta a svariate problematiche

Amore Malato

Un argomento che tocca tutte le persone indistintamente ed è l’amore, ci sono vari modi di amare, ma perché non riusciamo a confrontarci con il vero amore?

Perché non riusciamo ad amare noi stessi, non ci permettiamo di essere amati, non siamo pronti a ricevere etc..

Ads

Il tema che voglio affrontare è l’amore che fa male e distrugge il proprio essere, ma cos’è questo amore malato? Innanzi tutto diciamo che “amore è rispetto”, in ogni relazione possono esserci malintesi, litigi o sofferenze, ma quando viene a mancare stima, confronto e libertà si va verso qualcosa che non lo si può definire amore, inoltre, se si perde la stabilità emotiva e psichica, si ferisce o maltratta l’altra persona inevitabilmente ci avviciniamo a un amore tossico e malato, questi atteggiamenti diventano deleteri e si rischia di rimanere ingarbugliati in situazioni difficili.

La libertà è un elemento fondamentale e nella relazione d’amore non va mai privata, è essenziale restare se stessi, poter esprimere il proprio pensiero e mantenere i propri spazi, senza che l’altro voglia manipolare o controllare gli atteggiamenti dell’altro.

Nella relazione sana è basilare poter esprimere al meglio ogni parte di sé e rispettarla, amarsi e far sentire amato il partner per ciò che è realmente, accettare pregi e difetti senza voler cambiare alcun aspetto, l’amore è coinvolgimento e compensarsi l’un l’altro, apprezzare ogni gesto e momento condiviso insieme, per poter creare armonia di unione. La relazione di coppia o amorosa, è l’insieme di due individui separati che si rispettano, mantenendo sempre la propria individualità.

È importante comprendere già dalle prime avvisaglie che se il partner ti fa stare male, quello non è amore si tratta di appropriarsi dell’altro per soddisfare i suoi bisogni. Da tenere ben presente che il dolore, la sofferenza, i sensi di colpa e sentirsi inadeguati verso il partner non è amore.

Spesso le persone che non hanno il senso e conoscenza del vero amore, è perché non ne sono venuti a lo conoscenza, si tratta di individui che hanno avuto dei “modelli sbagliati” fin dalla loro infanzia hanno assistito a relazioni deleterie e sicuramente hanno vissuto in famiglie in cui l’amore non era presente, i genitori avranno subito separazioni difficili e i figli il trauma di questa situazione, possono essere anche altri i fattori che vanno a suggestionare una relazione amorosa futura, può essere di natura caratteriale, genetica, brutte esperienze, tutte cause che portano a un amore tossico e malsano.

I segnali di un malessere amoroso possono essere svariati, vediamo quali possono essere.

Come abbiamo detto quando ci fa stare male e crea dipendenza, andando a intaccare la propria autostima è a questo punto che si può divenire dominati dal sentimento. A queste prime avvisaglie e bene cercare di allontanarsi senza esitare, altrimenti si entra in un tunnel difficile uscirne.

Mai confondere l’amore con la dipendenza emotiva, essa è caratterizzata da una mancanza di affetto che ci è stato negato, o spesso tendiamo a replicare ciò che abbiamo vissuto in tenera età, vediamo alcuni aspetti di dipendenza affettiva:

  • Avere il controllo sull’altro e della relazione stessa;
  • La paura di restare soli, avere la convinzione di non poter vivere senza una relazione;
  • Trovarsi delle scusanti per non avere la forza di lasciare andare, paura dell’abbandono;
  • Non avere lucidità per affrontare la realtà e distaccarsi.

È essenziale avere il coraggio di guardare le situazioni per ciò che sono e non per come vogliamo che fossero, perché sappiamo che anche nel malessere troviamo il proprio “confort dannoso”, ma non è il modo per vivere bene e con amore, valutiamo le cinque A per lasciare andare una relazione che da malessere:

  • Accettazione e comprendere che, è una situazione sbagliata e non voler più stare male;
  • Ascoltarsi e valutare osservando da esterno ciò che è giusto per se stessi;
  • Agire e prendere in mano la propria vita, l’azione allontana i dubbi e paure;
  • Autostima accrescere la propria stima è un passo per dimostrarsi di amarsi;
  • Aiuto è un atto d’amore, saper rivolgersi a qualcuno che possa dare la forza di cambiare.

Sono passaggi utili per andare incontro al proprio amore e lo stare bene con se stessi e in serenità.

Con il coaching olistico, possiamo fare un percorso di miglioramento, ritrovare il proprio stato naturale di benessere e ricominciare a volersi bene amandosi.

Richiedi ora una consulenza gratuita al 3407204152 insieme valutiamo il percorso migliore.

Continua a seguirmi nel mio blog www.facilitatoreemozionale.it

Previous articleCelebrazioni per il 2 giugno: le modifiche alla viabilità
Next articleCondomini per Roma: eventi culturali dal balcone di casa, dal 4 al 6 giugno