Home Rubriche Benessere Olistico

Comunicazione di coppia e migliorare la relazione

Il modo migliore di comunicare (io emittente) desidero inviare un messaggio all’altro (ricevente), che lo stesso sia chiaro, espressivo e comprensivo

La comunicazione è quel processo che consente di trasmettere un concetto con informazioni, è importante farlo in modo efficace ed esprimere in ogni circostanza con il proprio interlocutore, sia a livello verbale, non verbale e paraverbale.

Com’è una buona comunicazione:

Una buona comunicazione deve essere per l’emittente pacata e dettagliata di informazioni concrete, per il ricevente la cosa primaria è adottare un ascolto attivo (attento al discorso dell’emittente senza distrazioni mentali), al termine del discorso utile chiedere: se ho ben capito (ripetere il concetto conciso), questo permetterà di evitare incomprensioni, spesso tensioni di disaccordi nella coppia. La comunicazione di coppia migliora la relazione, oltre che l’ascolto è fondamentale osservare, espressioni facciali, tono della voce, postura e le parole utilizzate.

Ads

Vediamo com’è composta un’azione comunicativa:

  • Emittente, colui che esprime un messaggio o concetto;
  • Ricevente, colui che ascolta e riceve l’informazione;
  • Concetto o messaggio, ciò che si comunica e viene emesso;
  • Canale, mezzo con il quale comunichiamo può essere verbale, non verbale e paraverbale;
  • Codice, il modo in cui utilizziamo linguaggio e impostazione;
  • Contesto, espressività e modalità della comunicazione.

Importante tenere presenti questi passaggi, per una buona comunicazione, è necessario osservarli per entrambi e rispettare i tempi senza prevalere l’un l’altra.

Errori comunicativi e incomprensioni.

Quando la comunicazione è ambigua o scorretta, si creano scompensi su tutti i piani relazionali, non possiamo non comunicare o dare per scontato di sapere o capire, viceversa essere compresi o conoscere il pensiero altrui immaginando un confronto che non c’è, senza un’adeguata divulgazione di ciò che vorremmo l’uno dall’altra e viceversa. Importante dialogare serenamente per comprendersi e non perdersi nelle proprie divagazioni mentali.

Gli errori maggiori di comunicare nella coppia è la paura e mancanza di valore, mettendosi in difensiva invece di confrontarsi, oppure puntando il dito incolpandosi. Questo è un metodo infantile e non voler affrontare gli aspetti per accrescere la relazione e non distruggerla.

Ciò che è essenziale fare un’auto-analisi, determinando il proprio comportamento coerentemente.

Vediamo alcuni punti per migliorare:

  • Difficoltà nel comprendere ed accettare altre visioni che non siano in linea con le proprie. Rispettare e accogliere l’altra prospettiva è una dimostrazione di maturità;
  • Voler correggere l’altro mettendogli di fronte aspetti, per come li interpretiamo e non per l’effettiva concretezza. Imparare a vedere il lato migliore e non solo ciò che ci fa piacere;
  • Mancanza di autocontrollo si manifesta nell’accentuare i piccoli difetti come fossero ostacoli insormontabili. Spesso nella comunicazione occorre razionalità e lasciare da parte l’emotività;
  • Un errore generico è quello di anticipare il pensiero altrui “so già cosa stai pensando”, è sbagliato, così dicendo non diamo la possibilità di espressione spontanea mettendosi in difesa;
  • Dare per scontato, quando ci mettiamo in testa che il partner ha un suo modo e lo condanniamo “tu sei così”, questo è il modo peggiore per entrare in comunicazione fluida.

La comunicazione di coppia ha tante sfaccettature e potrei dilungarmi per ore, affronterò altre sfumature in altre occasioni.

Nel caso tu voglia approfondire una tua problematica, ti invito a contattarmi al 3407204152 il primo colloquio telefonico e gratuito e senza impegno.

Seguimi attraverso il mio blog www.facilitatoreemozionale.it

Previous articleIl silenzio degli innocenti
Next articleLet’s Nurture Love: coltiviamo l’amore a tutte le età