Home Rubriche City Tips

Elettrodomestici, la differenza tra garanzia del produttore e garanzia estesa

La Legge del Consumo, che disciplina i diritti del consumatore sugli acquisti, assicura una garanzia di 2 anni, qualunque sia il costo dell’elettrodomestico. Con l’introduzione in commercio di dispositivi sempre più smart e con costi più elevati, le esigenze dei consumatori sono cambiate e quindi le tipologie di garanzia si sono diversificate. C’è anche da sottolineare la maggiore attenzione alla riparazione da parte dei consumatori, che hanno sviluppato una sensibilità verso la riduzione degli sprechi e che quindi si rivolgono ad aziende specializzate in riparazione, anche fuori garanzia, prima di valutare un nuovo acquisto. Sulsicuro.it è uno dei portali che offre informazioni e indicazioni sulle assistenze in garanzia e fuori garanzia, grazie ad accordi con le aziende produttrici.

Garanzia del produttore: cos’è

Ads

La garanzia del produttore scatta immediatamente dopo l’acquisto e, come già preannunciato, dura due anni e in questo frangente il consumatore può richiedere gratuitamente la riparazione o la sostituzione di un elettrodomestico, anche se acquistato online. La garanzia copre due situazioni: il malfunzionamento e la non uniformità del prodotto a quanto contenuto nell’etichetta o a quanto dichiarato dal venditore. È quindi molto importante quando si fa un acquisto verificare che le caratteristiche siano quelle dichiarate dalla scheda tecnica o enunciate dal commerciante.

Il venditore è obbligato a inviare l’apparecchio in assistenza, senza chiedere ulteriori spese, perché in qualità di rivenditore di quel marchio deve assicurare al consumatore tutte le tutele. L’acquirente ha due mesi di tempo per segnalare un malfunzionamento o una rottura ed è fortemente consigliato provvedere ad inviare un documento scritto, cartaceo o digitale, per tracciare la segnalazione ed essere sicuro che venga considerata nei tempi giusti.

Molti consumatori dichiarano di avere avuto delle incomprensioni con i venditori a causa di richieste di costi di trasporto o di ritrosia a trattare l’assistenza post vendita, soprattutto quando si tratta di elettrodomestici acquistati online. Non è assolutamente giusto, perché le legge parla chiaro. Un altro problema sulla garanzia del produttore si pone quando ci riferiamo ad elettrodomestici molto costosi, che rappresentano un investimento per il consumatore. In questo caso infatti il prodotto è pensato per durare oltre i due anni e ci si ritrova non coperti alla fine della garanzia. Da queste problematiche nasce la garanzia estesa.

Garanzia estesa: cos’è

La garanzia estesa è una forma di assistenza fornita dal produttore che allunga i tempi della garanzia assicurata per legge. In molti casi è gratuita, soprattutto quando ci riferiamo ad elettrodomestici di valore importante, come frigoriferi e caldaie. In altri casi, ha un costo di rinnovo. I servizi inclusi nella garanzia estesa sono diversi e dipendono dal prodotto e dalle sue caratteristiche. Ci sono anche prodotti garantiti a vita, come i materassi, oppure oltre i 10 anni, come le lavatrici. I marchi più all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e dell’assistenza clienti, includono nella garanzia estesa la sostituzione del prodotto, creando così con il cliente un rapporto di fiducia importante e salvaguardando la sostenibilità ambientale, un tema molto caro agli italiani negli ultimi anni. Estendere la garanzia infatti facilità le riparazioni, evitando di rendere un elettrodomestico ancora buono un rifiuto che pesa sui costi di smaltimento e sulle emissioni.

Previous articleGiardini Piazza Forlanini: saranno più sicuri e a misura di cittadino
Next articleIl ‘bidet’ di San Paolo finisce all’asta