Home Rubriche City Tips

Mal di schiena lombare: quanto lo stress fa male al corpo

Sempre di corsa, con ritmi frenetici, e alla fine il corpo ne risente. Uno stress intenso, duraturo e soprattutto non gestito può infatti causare mal di testa, ipertensione, fastidi allo stomaco (diarrea, nausea, gastrite, costipazione), dolore al petto, disturbi del sonno, nervosismo, calo della libido, dolori e tensioni muscolari. Per alcuni lavori manuali, infatti, il maggiore carico di peso generalmente viene scaricato sulla colonna vertebrale con il rischio di sviluppare un mal di schiena lombare.

Si stima che all’incirca sia almeno il 90% a risentirne almeno una volta nella vita e che i soggetti più colpiti siano nella fascia d’età tra i 40 e i 50 anni.

Ads

Mal di schiena da lavoro

Il mal di schiena è senza dubbio tra i disturbi più comuni.  Le cause possono essere molteplici e tra queste può esserci anche il lavoro. Sarebbe infatti circa il 25% dei lavoratori a soffrire di mal di schiena, tanto che a volte sia necessario assentarsi persino dal posto di lavoro. La percentuale poi si alza nelle fasce over 50, oscillando tra il 60 e l’80%.

In particolare il mal di schiena che colpisce maggiormente è a carico lombare (la cosiddetta lombalgia). E, dal momento che le vertebre lombari hanno un ruolo essenziale nel sorreggere il corpo, vanno ben tutelate facendo esercizi specifici e controllati che tengano ben allenati i muscoli che sostengono la colonna vertebrale. A ciò, ovviamente, si deve associare di dover adottare una postura corretta e di dover evitare sforzi.

Lombalgia: quando e come riconoscere il dolore lombare

Il dolore lombare è il primo sintomo del mal di schiena lombare. Generalmente poi si manifestano dolori anche ai glutei, alla gamba, spasmi muscolari, sensibilità al tatto, difficoltà a camminare o muoversi, sensazione di intorpidimento degli arti inferiore, disturbi del sonno. Molto spesso si tratta di sintomi che non necessitano di un intervento particolare, solo di un trattamento specifico.

Ben diverso, invece, sarebbe il caso di un dolore lombare a seguito di un trauma, soprattutto se associato alla difficoltà ad urinare o defecare, ad una significativa perdita di peso, a febbre e brividi, ad un forte e continuo dolore addominale. In questa circostanza difatti bisognerebbe rivolgersi subito ad uno specialista.

Gli effetti dello stress sul corpo

Ma il mal di schiena è solo uno dei tanti dolori a carico del corpo quando è soggetto a troppo stress. Basti pensare infatti alle forti emicranie che si avvertono dopo una lunga ed intensa giornata davanti al pc o ai dolori articolari e muscolari come la tendinite per un prolungato uso del mouse. A ciò poi si associa un disturbo psicologico, che si manifesta sia con difficoltà a riposare (come se il cervello faticasse a “staccare la spina”) che con attacchi di isteria e nervosismo, oltre che dal punto di vista fisico con gastriti ed un aumento della pressione sanguigna (essendo sotto stress infatti il corpo non riesce a rilassarsi e di conseguenza il cuore pompa con fatica, aumentando il battito cardiaco in quanto soggetto ad uno sforzo continuo). Infine, una ripercussione potrebbe esserci anche nel rapporto di coppia, dal momento che la stanchezza prende il sopravvento e non si ha l’energia necessaria per ritagliarsi del tempo per il/la proprio/a partner.

Previous articleTrullo: nuova vita per la collina di Monte Cucco
Next articleMadres Paralelas