Home Rubriche City Tips

Visitare i musei di Roma e d’Italia da casa grazie a tour virtuali e social media

SHARE
fori-imperiali2

Visitare almeno una volta i tanti musei di Roma è il sogno di molti, ma non tutti sono in grado, per diversi motivi, di ammirare di persona le bellezze esposte nella Capitale. C’è chi non può uscire di casa, chi ha tempo solo per un museo o due e chi abita troppo lontano. Per fortuna internet viene in soccorso agli amanti dell’arte, permettendo di effettuare tour virtuali dei principali musei romani e vaticani. Tecnologie simili sono sfruttate anche nel resto d’Italia, offrendo così esperienze di visita immersive anche da casa.

Musei romani a portata di click

Sono ben sei i musei romani e vaticani che offrono tour online. Visitando la piattaforma Musei in Comune è possibile accedere alle visite digitali da computer abilitando Flash Player dei Musei Capitolini, dell’Ara Pacis, del Museo Napoleonico, dei Musei di Villa Torlonia e del Museo dei Fori Imperiali. Totalmente gratuiti, questi tour digitali accompagnano passo a passo il visitatore attraverso cortili, stanze e saloni. Grazie a un’interfaccia intuitiva è inoltre possibile scegliere quali sale visitare, zoomare sulle singole opere e godere di una vista a 360° gradi degli ambienti scelti.
I tour di alcuni di questi musei, come quello dell’Ara Pacis, offrono inoltre approfondimenti sulle singole opere, leggibili cliccando sopra la statua o il quadro, sia in italiano che in inglese, diventando così un prezioso strumento anche per i potenziali turisti stranieri.

Con più di sei milioni di visitatori l’anno, anche i Musei Vaticani hanno deciso di offrire tour virtuali delle aree più gettonate del polo museale come la Cappella Sistina, le stanze di Raffaello e la sala dei Chiaroscuri. Visitando il sito dei Musei Vaticani è possibile accedere ai tour sulle pagine dedicate alle diverse sezioni del museo. Anche in questo caso durante il tour online è possibile orientarsi utilizzando frecce o trascinando il dito sul touch screen in modo da simulare il movimento all’interno delle stanze, mentre grazie agli zoom potenti è possibile osservare gli affreschi e le opere d’arte a una distanza molto più ravvicinata di quanto sarebbe possibile dal vivo. È inoltre possibile ammirare alcune opere d’arte come quelle esposte nelle stanze di Raffaello in modalità VR, cioè in realtà virtuale, indossando l’apposito visore: in questo modo sarà possibile orientarsi per la sala muovendo semplicemente la testa e la visione degli ambienti sarà in 3D.

Nuove tecnologie applicate ai musei italiani

Pur non offrendo tour virtuali, sono molti i musei italiani che offrono la possibilità di scoprire qualcosa di più sulle opere esposte o sugli eventi da loro ospitati direttamente da casa. Una delle tecnologie più in voga al momento è quella del live streaming, ampiamente sfruttata nel mondo dell’intrattenimento per la sua capacità di permettere agli spettatori di assistere a eventi distanti e di interagire con chi trasmette o con gli altri utenti connessi. Non è raro infatti trovare oggi teatri d’opera o di prosa come la Metropolitan Opera House di New York o il National Theater Live di Londra offrire trasmissioni in tempo reale al cinema o via internet dei loro spettacoli. Anche i casinò online hanno colto immediatamente le grandi potenzialità di questa tecnologia: gli appassionati possono ad esempio connettersi a Betway Casinò Live per partecipare in tempo reale e con veri croupier a partite di baccarat, poker, roulette e blackjack, come in un casinò vero.

Anche i musei non sono rimasti immuni alla possibilità di far sentire gli spettatori a diretto contatto con le opere esposte e con gli esperti del settore anche da casa. Sfruttando al meglio le possibilità offerte da social network come Facebook, musei come Il Museo Archeologico Provinciale di Salerno e il MUSE-Museo delle Scienze di Trento negli ultimi anni hanno trasmesso concerti, convegni, tour e video di laboratori direttamente sulle loro pagine social, permettendo agli utenti di assistere alla diretta, di commentare o di riguardare la trasmissione in seguito.
Oltre a trasmettere live conferenze molto apprezzate dagli appassionati, il Museo Egizio di Torino ha inoltre scelto di condividere con il pubblico online dei tour di approfondimento all’interno del museo condotti dal direttore Christian Greco dedicati ai singoli reperti esposti. Visitando i canali social del museo è infatti possibile trovare video dedicati alla tomba di Kha o ai sarcofagi della collezione che permettono a coloro non possono visitare il museo di arricchire la propria conoscenza riguardo l’antico Egitto accompagnati da un vero esperto.

Grazie a internet e alla tecnologia oggi è possibile visitare i musei di tutta Italia stando comodamente seduti sulla poltrona di casa. Sfruttando tour virtuali, trasmissioni in diretta e condividendo video di approfondimento questi musei riescono fare cultura a distanza offrendo esperienze immersive a curiosi e appassionati.