Home Rubriche Food & Beverage

Le birre introvabili della Franconia saranno a Roma, dal 22 al 24 aprile a Villa Torlonia

Dal 22 al 24 aprile, a Roma, presso la Limonaia di Villa Torlonia, torna il FrankenBierFest, la kermesse di birre artigianali tedesche, provenienti da una regione unica e sospesa nel tempo

Sono birre dal sapore antico, prodotte con metodi remoti e tramandati di padre in figlio, una vera e propria tradizione familiare che si conserva gelosamente come un segreto: ecco le produzioni che saranno presenti a Roma, alla Limonaia di Villa Torloniadal 22 al 24 aprile, per un evento unico nel suo genere, il FrankenBierFest. La manifestazione è organizzata da Publigiovane Eventi.

La kermesse celebra le birre tedesche provenienti da una regione della Germania a nord della Baviera, la Franconia appunto, che sembra essere ferma nel tempo, un luogo che vanta la più alta concentrazione di birrifici per chilometro quadrato al mondo: circa 300 in tutto il territorio francone. Qui i ritmi della vita rurale sono rimasti quelli di una volta e le radicate tradizioni birrarie dell’era preindustriale si conservano ancora intatte.

Ads

Nel corso della sesta edizione del Festival, che torna dopo uno stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria, sarà possibile degustare dei prodotti di difficile reperibilità al di fuori dei confini d’origine: la birra infatti in questa regione tedesca viene prodotta in quantità limitate ed è destinata principalmente agli abitanti dei villaggi.

Un’occasione unica quindi quella che si presenta a tutti gli appassionati, ma anche per i più curiosi, quella di conoscere birre che sono infustate a mano, non entrano nella filiera della distribuzione e vengono consumate quasi esclusivamente sul luogo di produzione. Le rare creazioni presenti all’evento sono accuratamente selezionate per l’occasione da Manuele Colonna, grande conoscitore dell’area e delle sue produzioni birrarie oltre che autore del libro “Birra in Franconia”.

Questo territorio – racconta Colonna – è da sempre legato ai suoi ritmi originari e alle tradizioni locali. Tra queste la più grande è la produzione di birra artigianale, attività utile al sostentamento di molte famiglie, che ha sempre avuto come destinatari i consumatori locali, i quali si riunivano nelle locande per bere le birre della casa. In questa regione ci sono ancora dei birrifici rimasti fermi all’Ottocento, anche per strumentazione e ricette che vengono ancora tramandate di padre in figlio. In passato esistevano molti ‘birrifici comunali’, di cui oggi restano pochi esempi, dove le famiglie andavano a turno a fare birra per poi servirla al resto del villaggio. Nonostante la Franconia sia la regione con più birrifici al mondo per chilometro quadrato – spiega poi Manuele Colonna –  le realtà di produzione locali sono limitate nelle dimensioni e solitamente a conduzione familiare. Le birre, classiche Lager, sono caratterizzate da un gusto “rustico”: realizzate a partire da acqua delle sorgenti locali e orzi maltati secondo lo stile di Bamberga (il “capoluogo birrario della regione”), sono spesso prodotte con impianti antichi di uno o due secoli e strumentazioni in rame, che regalano alla birra un gusto pieno”, aggiunge.

Le Rauchbier, caratterizzate dal tipico aroma affumucato del malto su legno e originarie proprio della Franconia, sono le birre più particolari presenti all’evento. E poi ancora i visitatori potranno trovare KellerbierPils e Bockbier stagionali, provenienti dai più piccoli villaggi della Franconia fino a Bamberga.

L’ingresso alla manifestazione è libero e aperto a tutti, mentre l’accesso all’area interna è subordinato alla presentazione del Green Pass Base.

FrankenBierFestLa Limonaia di Villa TorloniaVia Lazzaro Spallanzani, 1AVenerdì 22 aprile: 17.00 – 01.30Sabato 23 aprile: 12.00 – 01.30Domenica 24 aprile: 12.00 – 23.00

Previous articleIl petroliere
Next articleCovid-19: nel Lazio sono 10.681 i nuovi casi