Home Municipi Municipio VIII

Il Frosinone Calcio cresce a Roma Sud

SHARE

Tratto da Urlo n.182 Settembre 2020

ROMA – Sono 140 i ragazzi che ad oggi fanno parte dell’Accademia Gialloazzurri, il progetto nato lo scorso anno dall’idea della famiglia Danieli con il presidente dell’Accademia Frosinone Calcio. Gli atleti all’inizio erano solo 40, ma la crescita è stata eclatante per quella che ormai non è più solo una ‘scuola calcio’, ma una vera e propria palestra di valori, sport e salute.

La sede dell’Accademia è nel cuore di Roma Sud, allo Sporting Club Ostiense, a due passi da Ponte Marconi. Ma il sogno della famiglia Danieli è quello di avere un impianto dedicato, da poter intitolare a Gianni, fratello di Alessandro Danieli, scomparso qualche anno fa in un incidente sulla Colombo. Inoltre un impianto di proprietà sarebbe utile alla crescita dell’Accademia, “visto che stiamo pensando ad avviare una prima squadra”. Intanto in questo progetto nulla sembra essere lasciato al caso, soprattutto la salute degli atleti, seguita e curata anche grazie alla partnership con il poliambulatorio Fisiodanieli, dove, tra le altre cose, vengono controllate postura e colonna vertebrale dei ragazzi, “aspetto fondamentale – continua Alessandro Danieli – per la loro corretta crescita sportiva”.

Intanto quest’anno sono anche arrivati dei riconoscimenti, come la vittoria della Viesse Cup, ma dopo la partenza con sole tre categorie, per l’Accademia è il momento di passare ad un nuovo livello, con un gruppo per ogni categoria, dai Piccoli Amici fino agli Esordienti, oltre a due squadre di Giovanissimi. Non mancano nemmeno i grandi nomi, come Odoacre Chierico e Giovanni Cervone, il primo come supervisore tecnico mentre il secondo si occupa dei piccoli portieri. Tra gli elementi che fanno ben sperare per il futuro, oltre alla presenza, con tutta la sua esperienza, del Direttore Tecnico Stefano Barboni, c’è l’arrivo di Gianluca Aversa nel ruolo di Direttore Sportivo, da anni presente sui campi di calcio della Capitale: “Un’esperienza importante, che mi porrà nuove sfide – ha commentato il Direttore Aversa – Un gruppo capace e stimolante. La crescita ottenuta in un solo anno è il segnale che quanto messo in questo esperimento dalla famiglia Danieli è qualcosa che funziona e alla quale spero di contribuire”.

AC