Home Rubriche Sport locale

Quali sono i migliori marcatori di Serie A e le squadre favorite per la lotta scudetto

Cercare le migliori quote di scommesse sulla Serie A significa studiare l’ampio panorama che le squadre offrono nel campionato, attraverso statistiche, marcatori e dati.

Quest’anno la stagione si presenta ghiotta di sorprese, la lotta scudetto è aperta più che mai, anche le favorite stanno mettendo in campo tutte le energie per iniziare a costruire l’autostrada che conduce al palazzo della vittoria. Ecco quali sono i migliori marcatori di Serie A e le squadre favorite per la lotta scudetto.

Ads

I marcatori su cui puntare

In vetta non poteva mancare un giocatore della squadra di Sarri, Ciro Immobile, in 8 partite ha segnato 8 volte e non vuole ridurre la sua media. Anche Dzeko sta dando prova di grande esperienza e concretezza con i suoi 6 gol in 8 partite, la sorpresa Joao Pedro per il Cagliari è un elemento paradossale delle statistiche, in quanto il Cagliari non naviga in buone acque ma si mantiene appena a galla sopra la zona retrocessione. Un’altra sorpresa è l’attaccante del Genoa Mattia Destro: 6 partite e 6 gol, una media stratosferica nonostante l’età. Seguono Lautaro Martinez, Osihmen, Barrow, Candreva, Veretout e Zapata.

Questi, sono i marcatori su cui puntare perché quest’anno segneranno valanghe di gol, fra gli outsider anche Berardi, Vlahovic, Leao e Felipe Anderson. Occhio a Ibra, Morata, Muriel e Dybala che potrebbero alzare l’asticella facendo gol nelle prossime giornate. Quando le squadre entreranno a regime e troveranno la quadratura tattica la situazione marcatori si farà molto interessante, pertanto i migliori reparti offensivi sono (attualmente) quelli di Inter, Milan e Verona.

Le squadre favorite per la lotta scudetto

In questo caso, la situazione si capovolge, in quanto non basta più avere un singolo marcatore che segna gol ma è fondamentale avere tutti i reparti che lavorano in modo impeccabile.

Fra le favorite non si può non parlare del Napoli, che continua la sua ascesa e nelle prime 8 gare ha conquistato ben 24 punti. Nonostante il fattore Insigne che ha visto il numero 11 sbagliare 3 calci di rigore negli undici metri, la squadra di Spalletti si prepara a offrire spettacolo e lottare per il primo posto.

Il Milan di Pioli ha ottenuto 25 punti in 9 partite, ritmo sostenuto se si tengono presenti gli infortuni che non hanno mai abbandonato la squadra. La compagine di Ibra è sempre scesa in campo con determinazione e ha saputo affrontare le difficoltà a testa alta, uscendo sempre vincente tranne che con la Juve. Quando Castillejo, Florenzi, Maignan, Messias, Diaz, Kessie, Rebic e Theo Hernandez supereranno gli infortuni, i Diavoli inizieranno davvero a fare paura.

Le altre squadre che possono inserirsi nella lotta scudetto sono la Roma, l’Inter e la Juve, a patto di fare una vera cavalcata e di eliminare i problemi che hanno avuto finora. Se la seconda parte di campionato sarà più combattiva, la lotta scudetto potrebbe trasformarsi quest’anno in un vero e proprio spettacolo ludico con un altissimo tasso di gol.

Previous articleCovid Lazio: sono 437 i casi positivi nelle ultime 24 ore
Next articleNadya, il fiore trasteverino che sarà