Home Rubriche Il Veterinario a portata di zampa

Se vi dico Leishmaniosi a cosa pensate?

Vi racconto che cos’è questa grave patologia per i nostri amici a quattro zampe

SHARE

La leishmania è una patologia parassitaria causata da un protozoo chiamato appunto leishmania. La trasmissione avviene solo tramite vettore, una piccolissima zanzara, meglio detto flebotomo che andando a pungere ed effettuare il suo pasto di sangue su un soggetto malato, ne preleva il parassita, il quale si replica all’interno di esso, per poi trasmetterlo in un altro soggetto sano durante un’altra puntura…

Il suo vettore è presente nei periodi più caldi, ormai già da marzo fino anche a novembre inoltrato.

Il flebotomo va a pungere l’animale soprattutto a livello di pinna dell’orecchio, naso e sul dorso.

È una patologia di difficile diagnosi in quanto nella maggior parte dei casi si presenta in forma non eclatante e cronica.

Non esiste purtroppo un farmaco in grado di eliminare il patogeno, ma solo di cercare di tenerlo sotto controllo.

Per questo motivo è importantissimo cercare di prevenire la malattia, essendo ormai diventata una patologia endemica in tutto il territorio nazionale.

La manifestazione della patologia varia da soggetto a soggetto a seconda del suo sistema immunitario.

I sintomi della patologia posso variare da cutanei a sistemici.

Tra i sintomi cutanei possiamo avere: noduli, ulcere, ispessimento cutaneo, accrescimento esagerato delle unghie, dermatiti caratterizzate da scaglie sul pelo.

Si possono avere sintomi oculari come uveiti e congiuntiviti.

Tra i sintomi sistemici abbiamo in particolare quelli renali con un’insufficienza renale cronica determinata ad infiammazione legata al glomerulo, detta glomerulonefrite.

Altri sintomi possono essere gastrointestinali con vomito e diarrea, poliartrite e dimagrimento.

Essendo una patologia che colpisce in particolare il sistema immunitario avremo un aumento dei linfonodi.

La diagnosi non è facile, una accurata visita medica ed un check up analitico completo può aiutarci a identificare la patologia.

L’unica vera arma verso la leishmania è quindi la prevenzione e per questo entrate in campo voi proprietari di cani:

  • il trattamento antiparassitario con permetrine permette di tenere lontani i pappataci dai nostri amici. È fondamentale trattare i cani malati per evitare la trasmissione del patogeno a cani sani. Prestate molta attenzione se il vostro cane convive con i gatti, perché le permetrine sono tossiche per i gatti e possono determinare sintomi neurologici gravi.
  • Effettuare annualmente il test, tra novembre e marzo, per determinare se il nostro amico è stato colpito dalla malattia ci permette di proteggere altri animali e soprattutto di iniziare una tempestiva terapia.
  • Profilassi vaccinale: da qualche anno è stato messo a punto un vaccino che protegge al 99% dalla patologia, (questo comporta che non si deve mai smettere l’utilizzo degli antiparassitari), e nel caso in cui il cane dovesse ammalarsi riduce i sintomi della patologia stessa.

E nel caso in cui il vostro cane fosse entrato in contatto con la Leishmania, non fatevi prendere dal panico, sicuramente il vostro veterinario curante potrà impostare la terapia migliore per il vostro amico.

Se avete qualsiasi dubbio non esitate a contattarci: possiamo consigliarti la migliore protezione possibile, antiparassitaria e vaccinale, ed abbiamo i test più avanzati per diagnosticarla e le migliori armi per trattarla.

Dott. Matteo De Pascale

Nuovo Ospedale Veterianrio – Ardeatino
Via Andrea Millevoi 71
Tel. 0645420935
http://ospedaleveterinario.com/
Facebook